Connect with us

Calcio

Teramo, pareggio beffa contro la Vibonese

Published

on

Gli abruzzesi rimontano ma si fanno riacciuffare al 81’

Il ritorno del Teramo al “Bonolis” non è sicuramente felice per gli uomini di Paci dopo il pareggio per 2-2 contro la Vibonese. Un risultato che non serve ai padroni di casa che vedono Ternana e Bari allontanarsi in classifica mentre le inseguitrici rosicchiano qualche punto.

La partita per il Teramo inizia in sordina, come le ultime due trasferte, con gli ospiti che al 12’ sono già in vantaggio con Plescia, bravo ad approfittare di un errore di Soprano e Celentano ed a trafiggere Lewandowski. I padroni di casa non sembrano aver del tutto assorbito il colpo e al 25’ rischiano di subire il gol del raddoppio sempre con Plescia che questa volta, di pochissimo, non centra lo specchio della porta. Due minuti più tardi però i biancorossi trovano il gol del pareggio con il loro uomo più importante, Costa Ferreira, rapido a trasformare una palla vagante in gol con il piattone che non dà scampo a Marson. Il primo tempo termina senza grandi acuti con gli abruzzesi che, scampato il pericolo, hanno sicuramente alzato il ritmo della gara.

La prima parte del secondo tempo non regala particolare emozioni con le squadre che non riescono a costruire nessun azione interessante. Cambia tutto dal 69’ con il solito Plescia che conclude di poco alto su cross di Berardi mentre, un minuto dopo aver rischiato il gol, il Teramo trova il vantaggio con un bellissimo gol di Costa Ferreira che trova la rete con un tiro a giro sul secondo palo. La beffa però arriva dieci minuti dopo con il Teramo che si fa sorprendere su un calcio d’angolo battuto basso a ridosso dell’area con Tumbarello che di piatto trova il 2-2 definitivo. Secondo pareggio consecutivo per gli abruzzesi, primo casalingo, che non riescono a ripartire completamente dopo lo schiaffo di Terni.

Nel post gara Mister Paci è apparso dispiaciuto del risultato della gara ma comunque soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: “ci scotta non aver vinto oggi. Non abbiamo giocato male e potevamo anche vincere ma non siamo riusciti a fare il 3-1” – continua poi l’allenatore dei biancorossi – “non si può sempre vincere anche se sono il primo ad essere dispiaciuto. Accettiamo in maniera serena il risultato e continuiamo a lavorare”.

Il Teramo da domani avrà la testa già alla partita contro la rivelazione Turris, sesta in campionato a -5 proprio dagli abruzzesi, che si giocherà domenica 13 dicembre in Campania.