Connect with us

Motociclismo

Iannone inizia in Qatar con una sfortunata caduta

Published

on

Il vastese in sella alla Suzuki lotta per il podio ma scivola a metà gara. Vince Viñales, poi Dovizioso e Rossi

Una prima sfortunata. A Losail Andrea Iannone sperava in un esordio diverso, ci stava provando, in lotta con i top riders della classe regina per metà gara prima della scivolata che lo ha costretto al primo ritiro della stagione. Bissando la caduta del 2016 ma ieri sera erano tanti i motivi per credere in qualcosa di diverso nonostante la pioggia a complicare e non poco i piani della Dorna nella primo gran premio del 2017.

In Qatar si è rischiato anche di posticipare di un giorno il via dopo il sabato caratterizzato dai violenti acquazzoni annullando le qualifiche e mantenendo le posizioni del venerdì. Dove Iannone si era piazzato in seconda posizione, questa dopo i due rinvii momentanei c’è stato il via alla gara con oltre quaranta minuti di ritardo. La partenza perfetta del pilota di Vasto, alla sua prima con il team giapponese con l’etichetta di pilota ufficiale, lo aveva portato subito in testa, qualche curva e poi il sorpasso del sorprendente Zarco. Da li in avanti si sono aperte le danze con una battaglia senza esclusioni di colpi tra Iannone e Marquez senza dimenticare il terzo incomodo Dovizioso. Spettacolo puro fino al decimo giro quando il vastese sfiora Marquez, quel tanto che basta per scivolare dovendo dire addio ai sogni di podio. Nei restanti dieci giri lo spettacolo è proseguito con la vittoria finale andata a Viñales davanti ai due italiani Dovizioso e Rossi. Solo quarto il campione del mondo Marquez.

Iannone ha fatto capire di esserci anche se non è più in sella alla Ducati, la sfida con la Suzuki sarà ardua ma lo affascina ancor di più. Prossimo appuntamento in Argentina, il 9 aprile sul tracciato di Termas de Río Hondo proverà a riprendersi quello che ha lasciato in Qatar.