Connect with us

Calcio

Tiziano Irace subito decisivo con la Primavera del Livorno: poi il Covid ha fermato anche gli amaranto

Published

on

Il centrocampista classe 2002, dopo un’estate di riflessioni, è rimasto con i toscani andando in gol nella prima e fin qui unica giornata disputata

Da dicembre a febbraio i primi due mesi a Livorno con la Primavera volando in Toscana dopo le ottime stagioni con la Bacigalupo Vasto Marina. Tiziano Irace dopo il primo stop causa Covid era tornato nella sua Montenero di Bisaccia in attesa della nuova stagione. Trascorsa l’estate lo si era rivisto in campo in un paio di allenamenti proprio con il Vasto Marina (dov’è cresciuto sin dal settore giovanile) salvo poi spostarsi sull’altra sponda cittadina.

Quella della Vastese, i giorni in ritiro a Rivisondoli, poi quelli all’Aragona disputando anche alcuni allenamenti congiunti. Sembrava tutto fatto per la sua firma con i biancorossi con il 2002 molisano pronto a rinforzare la mediana di mister Silva ma alla fine il Livorno, dopo un’estate turbolente (con il rischio fallimento), risolti i problemi è ripartito puntando di nuovo sui giovani che aveva già avuto modo di studiare nei mesi precedenti. Irace è stato confermato nella rosa della Primavera allenata da Juriy Cannarsa, vecchia conoscenza del calcio abruzzese (a Pescara in B per ben otto stagioni).

Amaranto nella campionato “Primavera 3 – girone D” e il diciottenne Irace subito decisivo nella prima giornata con il gol vittoria nello 0 a 1 centrato nella trasferta di Olbia. Due giorni dopo anche i campionati giovanili, come quelli dilettantistici, si sono dovuti fermare di nuovo a causa del Covid. Rispetto alle altre categorie però la Primavera continua a lavorare in gruppo sul campo in attesa di tornare a disputare match ufficiali. Nel frattempo Tiziano Irace più di una volta si allenato con la prima squadra (13° nel girone A di Serie C), l’esperienza toscana rappresenta un’ottima opportunità di crescita, farà di tutto per mettersi in mostra e provare a imporsi nei professionisti.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it