Connect with us

Il Vastese dimenticato

Torneo delle Regioni: l’Abruzzo si è fermato a Ortona

Published

on

Oggi la presentazione del torneo giovanile che torna nella nostra regione ma il vastese è stato completamente dimenticato. Non si giocherà nessuna della quasi 130 partite

Uno spot per l’Abruzzo calcistico, anche se la pellicola è in parte sbiadita. Negli ultimi anni si è spesso parlato del territorio vastese come ‘Cenerentola’ della Regione, una fetta dimenticata purtroppo in più di un settore e ora anche nel calcio.

Questa mattina dalle 11.30 presso la sala “Tosti” dell’Auditorium dell’Aurum di Pescara (Largo Gardone Riviera), si terrà la Conferenza stampa di presentazione della 57° edizione del Torneo delle Regioni. Saranno presenti il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, il Presidente del Comitato Regionale Abruzzo LND Daniele Ortolano e alte personalità del mondo sportivo e istituzionale ad alzare il sipario su una manifestazione che torna in Abruzzo otto anni dopo l’edizione del 2009 quella interrotta dopa una sola giornata a causa del drammatico terremoto che colpì L’Aquila.

In Abruzzo dal 24 marzo, per una settimana, fino al 31 si sfideranno tutte le regioni italiane in più categorie(Juniores, Allievi, Giovanissimi e calcio femminile), un movimento di quasi duemila persone che arriverà nella nostra regione a dare una boccata d’ossigeno a strutture ricettive e ristoranti. Questo purtroppo non riguarderà il territorio vastese che dovrà accontentarsi di qualche presenza dei giovani nelle varie categorie ma tra Vasto, San Salvo, Cupello e Casalbordino non ci sarà nessun impianto che sarà teatro di almeno una sfida del Torneo delle Regioni. Una parte d’Abruzzo dimenticata? Per quale motivo? Oltre allo Stadio Aragona il nostro territorio da qualche anno può contare su tre campi sintetici, possibile che nessuna di queste quattro strutture sia stata scelta per disputare almeno un paio di partite? In otto giorni saranno quasi 130 le partite che interesseranno le quattro categorie, la Lega Nazionale Dilettanti insieme al Comitato Regionale le ha spalmate individuando 26 rettangoli di gioco in 20 città abruzzesi. Fino a Ortona dove si giocheranno ben dodici partite, il vastese? Totalmente dimenticato, come anche il lancianese, quattro anni fa Vasto fu teatro del Torneo delle Regioni di Calcio a 5(Allievi e Giovanissimi) ma se a Pescara si disputeranno diciassette partite e ventiquattro tra Martinsicuro e Giulianova la ripartizione avrebbe potuto interessare anche il nostro territorio.

Vasto, San Salvo, Cupello e Casalbordino dimenticate dal Comitato Regionale della Lnd abruzzese, il Torneo delle Regioni sarà sicuramente una festa ma di certo non per tutto l’Abruzzo.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it