Connect with us

Calcio

Trasferta ad Alba Adriatica: la Virtus Cupello a caccia di altri sorrisi

Published

on

I rossoblù ritrovano capitan Giuliano, tra i padroni di casa spicca il baby Cellucci già protagonista sei giorni fa

Ripetersi. La Virtus Cupello vuol provarci, con altri tre mattoncini in classifica sarebbe un inizio di stagione elettrizzante. Archiviato l’esordio con la meritata vittoria contro lo Spoltore domani pomeriggio (ore 15:00) i rossoblù saranno di scena ad Alba Adriatica grande sorpresa della passata stagione nei piani alti di classifica.

Rispetto a sette giorni fa la novità più importante è il ritorno tra i titolari di capitan Giuliano, scontato il turno di squalifica tornerà a dirigere la difesa completata da Caniglia e uno tra Berardi e Maccioni. Va detto che quest’ultimo potrebbe agire anche in mediana, sua zona di campo naturale ma contro lo Spoltore Tafili, Capitoli e Colitto ben si sono comportati. Stesso discorso vale per Zinni, scalpita per un posto dal primo minuto ma a ridosso delle punte o nel tandem offensivo non c’è tanto spazio, toccherà ancora a La Selva e Pendenza già protagonista nella prima giornata. L’ultimo arrivato, Matteo Conti, partirà dalla panchina.

Senza Covid non sappiamo dove sarebbe potuta arrivare l’Alba Adriatica nella passata stagione, sempre in piena zona playoff e trascinata dall’esperienza di bomber Miani che in estate ha scelto di accasarsi alla Renato Curi Angolana. Percorso inverso per il giovane attaccante classe 2000 Cellucci che dopo essere cresciuto in nerazzurro (tutta la trafila) si è presentato domenica con una doppietta. Ottime notizie per mister De Amicis chiamato a raccogliere l’eredità di Cichella. Un organico ben strutturato per la categoria, è arrivato anche l’altro attaccante Santirocco e non vanno dimenticati Petrini, Passamonti, Di Sante e Fabrizi. Per la Virtus Cupello una trasferta dalle mille insidie, di fronte due squadre che ben conoscono l’Eccellenza, campionato quest’anno più difficile rispetto al passato, ecco perché i cupellesi vorranno vincere ancora per allontanarsi sin da subito dalle zone basse.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it