Connect with us

Calcio

Tre punti d’oro: il Pescara piazza il colpo esterno con la Reggiana

Published

on

Gol di Scognamiglio nel finale

Punti pesantissimi per il Pescara: arriva una preziosa vittoria con il punteggio di 1-0 sul campo della Reggiana, al termine di una partita intensa, combattuta e sofferta, coi biancazzurri, a segno nel finale in 10 contro 11, che chiudono la sfida con la doppia inferiorità numerica.

Memushaj con Sebastiani

La partita. Per il primo match del 2021, al Mapei Stadium, mister Breda perde Maistro (squalificato) e l’infortunato Bocchetti, che si aggiungono ai vari Asencio, Drudi, Elizalde, Antei e Capone. Rispetto alla sfida dell’Adriatico con il Cosenza tornano titolari Balzano, Busellato e il rientrante Masciangelo sulla fascia sinistra con Jaroszysnki che scala dietro nel terzetto difensivo davanti a capitan Fiorillo. In attacco conferma per Ceter con Galano a supporto.

In apertura, buona azione manovrata dei biancazzurri al 5′: Masciangelo serve Galano che calcia prontamente a rete, bravo Venturi a dire ‘no’. Al 7′ ancora il portiere di casa abile a respingere una conclusione di Memushaj (200 gettoni di presenza col Delfino per il centrocampista nazionale albanese e maglia celebrativa consegnatagli prima dell’inizio della partita dal presidente Sebastiani). Al 18′ primo squillo dei padroni di casa e traversa scheggiata da Lunetta che alza la mira sull’uscita a valanga di Fiorillo. Un minuto più tardi sanguinosa palla persa da Busellato al limite dell’area, sviluppo rapido della soluzione offensiva per la squadra di Alvini e Varone, a botta sicura, si vede respingere il tiro da Balzano che s’immola per evitare il gol. Al 42′ resta in 10 il Pescara: l’esterno destro Bellanova, già ammonito in precedenza, si becca il secondo giallo e finisce anzitempo negli spogliatoi. Prima della fine del tempo ancora abruzzesi insidiosi con Galano, imbeccato da un ottimo Ceter, che al 44′ impegna Venturi.

All’intervallo punteggio sullo 0-0.

Due i cambi in apertura di ripresa per Breda, dentro Guth per Balzano (sofferente dopo una caduta nella frazione iniziale) e Omeonga per Galano. Al 6′ molto pericolosa la Reggiana: Zamparo calcia verso Fiorillo, palla a giro e palo colpito, il secondo legno da parte dei padroni di casa. Poi Pescara volitivo, aggrappato alle iniziative di Ceter in prima linea, ma sofferente sull’azione manovrata ed in pressione degli emiliani. Proteste pescaresi, poi, al 24′, per un mancato giallo ad un avversario che avrebbe ristabilito la parità numerica. Caparbi, a seguire, i biancazzurri ed al 40′ trova la via della rete la truppa di Breda: colpo di testa vincente di Scognamiglio, sugli sviluppi di una punizione, e lo 0-1 è realtà. Lo stesso Scognamiglio va fuori al 43′ per un brutto fallo su un avversario e il Pescara resta in 9 contro 11. Stringe i denti il Delfino, la Reggiana va all’assalto, ma stoicamente gli abruzzesi conducono in porto il successo, meritando la conquista dell’intera posta in palio.

E’ un successo d’inestimabile valore per la squadra di Breda.

Reggiana-Pescara 0-1

Rete: 40′ st Scognamiglio

Reggiana (3–4–2–1): Venturi; Gyamfi, Ajeti (1′ st Cambiaghi), Martinelli; Libutti, Varone, Muratore (35′ st Marchi), Zamparo (35′ st Pezzella); Radrezza, Lunetta; Kargbo. A disp. Voltolini, Gatti, Germoni, Kirwan, Voltan, Zampano. All. Alvini

Pescara (3–5–2): Fiorillo; Balzano (1′ st Guth), Scognamiglio, Jaroszynski; Bellanova, Busellato (9′ st Fernandes), Valdifiori, Memushaj, Masciangelo (30′ st Crecco); Galano (1′ st Omeonga); Ceter. A disp. Alastra, Radaelli, Ventola, Nzita, Diambo, Di Grazia, Riccardi, Vokic, Blanuta.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

Redazione Vasport – redazione@vasport.it