Connect with us

Calcio

Tre turni di squalifica a Galano, il Pescara non ci sta

Published

on

Reclamo d’urgenza del club dopo lo stop inflitto per l’espulsione di Venezia

Pesante la squalifica inflitta a Cristian Galano: sono tre i turni di stop che il giudice sportivo ha comminato all’attaccante del Pescara, espulso nella partita giocata venerdì sera a Venezia.

Il gesto del giocatore è stato ingenuo, ma allo stesso tempo va anche considerata la reazione apparsa ai più decisamente esagerata del veneziano Montalto che ha indotto l’arbitro, Massimi di Termoli, ad estrarre il cartellino rosso ed anche a scrivere nel referto che Galano è stato allontanato anzitempo dal rettangolo di gioco per avere al 24′ del primo tempo, a giuoco fermo, colpito con violenza un avversario con una manata al volto”.

Il Pescara non accetta l’interpretazione della violenza in modo particolare ed ha inoltrato reclamo al fine di ottenere una riduzione della pesante squalifica. A tal proposito la società ha chiesto il procedimento di urgenza dal momento che i tempi stringono, restano infatti quattro partite da giocare e senza il suo ‘bomber‘ (13 i gol in campionato realizzati da Galano) per la squadra di Sottil si fa certamente più insidiosa la strada per il raggiungimento dell’obiettivo salvezza.

I biancazzurri, intanto, mettono nel mirino il prossimo avversario, il Frosinone. Nella gara di venerdì (ore 18,45) allo Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia, bisognerà dare il massimo nell’obiettivo di conquistare i 3 punti e risalire la china staccandosi dalla pericolosa zona play out attualmente occupata in classifica.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it