Connect with us

Calcio

Ultima del 2020: Vastese, non rovinarti il Natale! Devi battere il Matese

Published

on

Infrasettimanale in terra campana, mister Silva ritrova Obodo e Valerio. Ritorno al 352 ‘classico’?

L’obbligatorietà alla vittoria c’era anche nei tre match precedenti. L’obiettivo era conquistare altrettanti successi ma dai 9 punti sperati tra Agnonese, Aprilia e Montegiorgio ne sono arrivati appena 2. Un 9 c’è ma è nella casella peggiore, quella dei gol subiti negli ultimi duecentosettanta minuti, segnale forte, in casa Vastese c’è qualcosa che non va.

Quattro giorni dopo la sconfitta interna di sabato pomeriggio si torna di nuovo in campo, domani, mercoledì 23 novembre (fischio d’inizio ore 14:30, match a porte chiuse) i biancorossi 11° a quota 8, per l’ultima del 2020, saranno di scena in terra campana, nella tana del Matese neopromossa e a secco di vittorie da ben sette giornate. Meglio guardare prima in casa vastese, l’umore dopo il tonfo interno contro i marchigiani non è dei migliori ma dopo tre giornate senza successi bisognerà salutare l’anno con un successo ad ogni costo. Anche perché, in caso di mancato successo, potrebbero aprirsi momenti di riflessioni da parte della società non solo pensando alla posizione di mister Silva ma anche guardando al parco giocatori. Tutti sotto la lente d’ingrandimento, ci si aspetta una prova d’orgoglio vera, serve il riscatto e non più solo a parole. Rispetto a sabato il tecnico ascolano d’adozione ritroverà sicuramente Valerio al rientro dopo la giornata di squalifica e nel cuore del gioco dovrebbe rivedersi dall’inizio anche Obodo ristabilitosi dopo l’infortunio.

Pensando all’ipotetico undici di partenza qualcosa rispetto alle precedenti giornate potrebbe cambiare, non è escluso un ritorno al 352 ‘classico’ con Logoluso e Di Prisco pronti di nuovo ad affiancare in mediana l’esperto nigeriano. Se sull’out di destra torna come già detto Valerio dall’altra parte toccherà a Gentile mentre davanti, al netto di chiacchiericci (inutili) sullo stato di forma, l’unico certo di una maglia da titolare è Antonio Martiniello. Uno che sta facendo parlare in campo, si sbatte su ogni pallone e in tre presenze e mezzo ha firmato tre reti. Al suo fianco il ballottaggio riguarda Calabrese, Sorgente e Bernardi, qualora toccasse a uno degli ultimi due sulla corsia mancina potrebbe agire anche Diallo. Il pacchetto arretrato, voglioso di riscatto, non dovrebbe cambiare interpreti: davanti al portiere Di Rienzo spazio a capitan Di Filippo con Altobelli e Cardinale.

Se la Vastese piange il Matese non ride visti i numeri degli ultimi mesi: un solo punto nelle ultime sette giornate condite dagli ultimi due kappaò consecutivi. 4 sono i punti in classifica con una sola vittoria all’attivo conquistata alla prima giornata nel derby molisano vinto in casa dell’Olympia Agnonese. Sul sintetico di Piedimonte Matese per i verdeoro zero vittorie all’attivo. Come per i biancorossi anche i molisani nell’ultimo periodo sul fronte mercato si sono mossi e non poco salutando in primis i vari Negro, Minicucci, Russo e in ultimo Costantino. Sul fronte nuovi arrivi, già visti tutti in campo i vari Palombo, Cassese, Galesio e l’esperto play di centrocampo Barone. Il pericolo numero uno sarà l’attaccante portoghese Abreu già autore di quattro reti ma nel suo scacchiere l’allenatore Corrado Urbano può contare anche su Di Lullo, Ricci e Albanese. Di fronte si troveranno due squadre chiamate a conquistare l’intera posta in palio, nel calcio però solo una può conquistare i tre punti. La Vastese sa che davvero non può più sbagliare, domani in campo servirà una prova maiuscola per tornare alla vittoria e godersi la pausa natalizia con tranquillità e maggiori certezze.

Questo il probabile undici scelto da mister Silva: Di Rienzo, Altobelli Di Filippo Cardinale, Valerio Logoluso Obodo Di Prisco Diallo (Gentile), Martiniello Sorgente (Calabrese).

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it