Connect with us

Calcio

Under 21 a Castel di Sangro, il c.t. Nicolato punta su Kean e Zaniolo: “Credo in loro”

Published

on

Domani alle ore 18.30 gli Azzurrini affrontano il Lussemburgo

Con la rifinitura a porte chiuse (solo i primi 15′ aperti al pubblico) di oggi si chiude la marcia di avvicinamento dell’Italia Baby alla prima gara ufficiale. La nuova Under 21 targata Paolo Nicolato farà domani a Castel Di Sangro (ore 18:30, stadio Patini) il suo esordio ufficiale e lo farà nelle qualificazioni a EURO 2021 con l’obiettivo di portare a casa il primo vero successo della nuova era. Dopo il 4-0 rifilato alla Moldavia nell’amichevole disputata venerdì a Catania (reti di Scamacca, Frattesi per due volte e Tumminello), la truppa azzurra è da domenica mattina al lavoro allo stadio ‘Teofilo Patini’ di Castel di Sangro per preparare la sfida al Lussemburgo, sconfitto con un doppio 3-0 nelle prime due partite del girone in casa della Repubblica d’Islanda e dell’Islanda e reduce da 10 ko in altrettanti confronti con l’Italia.

Ma il c.t. non vuole cali di concentrazione: “Con il Lussemburgo sarà una partita diversa rispetto a quella di venerdì, una partita vera. In questo momento della stagione la condizione fisica è approssimativa, sappiamo che incontreremo delle difficoltà ma cercheremo di superarle. Il girone non è semplicissimo, l’Irlanda è tosta, l’Islanda in crescita e la Svezia è una nazionale di buon livello. Vale a dire Federazioni che una volta erano considerate di secondo piano ma che ora sono in fase di sviluppo. Questa Under 21 è un mix di giocatori che hanno fatto un tipo di percorso negli anni, frutto di un lavoro lungo che viene da lontano. Speriamo di portarlo avanti nel miglior modo possibile”.

Moise Kean e Nicolò Zaniolo, esclusi da Di Biagio nell’ultima partita dell’Europeo per motivi disciplinari, ripartono proprio dall’Under 21. Il loro percorso, però, è destinato ad approdare in Nazionale maggiore. Dipende solo da loro. “Hanno grandi qualità – sottolinea il tecnico azzurro che domani punterà proprio su questo tandem di talento nel suo 4-3-3 – lo dicono i fatti. Devono fare le giuste riflessioni su qualche errore, il problema non è sbagliare ma imparare dagli sbagli commessi. Credo in loro per le loro qualità, non c’è bisogno di parole ma di concretezza. È tutto nelle loro mani, spetta a loro comportarsi in un certo modo e rispettare le poche regole che esistono in un gruppo”.

Circa la formazione non ci dovrebbero essere particolari sorprese. Nicolato punterà su Delprato, Marchizza, Bastoni e Ranieri (il presunto titolare Bettella ha lasciato la comitiva ed è tornato in sede causa infortunio pregresso) a protezione del portiere Carnesecchi, con il trio Zanellato-Locatelli – Zaniolo in mediana per proteggere la retroguiardia ed imbeccare un tridente formato da Scamacca, Kean e Pinamonti. Si candidano per una casacca da titolare gli ex pescaresi Carraro e Sottil ma, come anche Frattesi, dovrebbero partire dalla panchina.