Connect with us

Basket

Unibasket, bene l’ultima del 2019

Published

on

Si impone a San Benedetto del Tronto nell’ultimo atto dell’anno

Riscatto doveva essere e riscatto è stato: l’Unibasket Lanciano viola il parquet del Pala “Speca” di San Benedetto del Tronto e chiude al meglio il girone di andata del Campionato di Serie C Gold Nazionale, cancellando il passo falso di una settimana fa contro Osimo.

Gara quasi mai in discussione quella di stasera con i ragazzi di Corà che hanno sempre condotto nel risultato arrivando a toccare anche i quindici punti di vantaggio, dimostrandosi anche maturi ed efficaci nel rispondere prontamente a tutti i tentativi di rientrare in partita dei rossoblù.

Ottima è stata la prestazione dei lunghi rossoneri Martino (14 punti e 3 assist per l’atleta pugliese) e Cukinas, con il lituano che oggi ha rappresentato un vero e proprio “faro” per il gioco del Lanciano che grazie alla doppia doppia del giocatore baltico (25 punti, 12 rimbalzi e 3 assist) torna a casa con due punti importanti maturati nei confronti di una Samb che arrivava a questo incontro reduce da un ottimo periodo di forma.

L’Unibasket chiude al meglio il suo 2019 e dopo le festività natalizie tornerà in campo sabato 4 gennaio in quel di Matelica per il primo impegno del girone di ritorno.

Questa la cronaca della gara: Lanciano in campo con Fabio D’Eustachio, Agostinone, Martelli, Martino e Cukinas.

Il primo possesso catturato da “Povi” viene subito concretizzato da Martino (0-2) ma prima Stonkus e poi i liberi di Quinzi permettono alla Samb di trovare quello che sarà il primo ed unico vantaggio per il team di coach Aniello.

Ancora Martino ed i quattro punti in sequenza di Agostinone ribaltano subito la situazione ed un’elegante incursione offensiva di D’Eustachio costringe il coach marchigiano a richiamare i suoi per un timeout.

Stonkus e Di Eusanio cercano di mantenere a contatto gli adriatici ma due giochi da tre (canestro + fallo) consentono all’Unibasket di allungare sul 8 (11 -19). Una bella tripla di Pedicone viene subito annullata dalla bomba di Mordini e dal libero di Dusan Ranitovic che fissa il nuovo parziale sul 14 a 23. La Samb si ripresenta in campo con una difesa a zona che crea qualche grana al Lanciano: cinque punti del solito Stonkus e dell’altro lituano Tarolis riportano i padroni di casa fino al 21 – 23 e questa volta tocca a Corà redarguire i suoi ragazzi dalla panchina.

Al rientro il Lanciano prova a il nuovo allungo grazie ai canestri di Cukinas che apre il parziale di 7 a 0 del che con Martino e Mordini torna sul 24 -32. Tarolis va di nuovo a segno ma è di nuovo la coppia Cukinas – Martino a violare la difesa della Samb che a causa della tripla dell’ala pugliese del Lanciano, sprofonda nuovamente sul – 11 (28-39) a pochi secondi dalla pausa lunga.

Ad inizio di terza frazione la Samb prova ad accellerare grazie a Stonkus (top scorer dei suoi con 18 punti) e ad una tripla di Volpe che la riporta a contatto con l’Unibasket (38-41). Il Lanciano però è bravo a non scomporsi allungando nuovamente il divario grazie alla tripla di Agostinone al canestro in sospensione di capitan Martelli: ancora Fabio D’Eustachio semina il panico nella difesa dei padroni di casa ed in terzo tempo arrotonda il vantaggio sul + 12 (40-52) quanto mancano quattro minuti dalla fine del penultimo quarto. Una bomba di D’Eusanio prova a frenare il buon momento degli abruzzesi ma ancora D’Eustachio e Cukinas permettono di chiudere avanti 45 a 57 il terzo quarto.

Coach Corà dà spazio anche all’ultimo arrivato in casa rossonera, Vlad Bantsevich ma è un sottomano di Dusan Ranitovic a valere i primi punti del Lanciano. Ora entrambe le compagini si affidano a soluzioni dall’arco: Martelli e Mordini rispondono prontamente alle due bombe di Ortenzi ma la Samb complice la prematura uscita dal campo di Povilas Cukinas (botta al sopracciglio che gli verrà suturata in ospedale) prova a riavvicinarsi grazie ai due punti di Di Eusanio (59-67).

Ancora Ortenzi riduce ulteriormente il gap tra i due team ma un canestro + fallo di Diego Martino fa scendere il sipario sulla gara.

I Frentani passano al Pala “Speca” 62 a 70 e con sedici punti si mantengono al secondo posto della graduatoria in attesa delle gare della domenica.

Redazione