Connect with us

Pubblicità

UnipolSai Lanciano. Quando i valori prevalgono su tutto

Published

on

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A PAGAMENTO

Un mondo fatto di curiosità, cultura, ma soprattutto di valori e di attenzione per la persona. Intervista ad Ornella Seca della UnipolSai di Lanciano

LANCIANO – Quando l’aspetto umano e relazionale prevale su tutto, tutto ha un senso.

Il ruolo della persona al centro, ogni individuo porta con sé un bagaglio di esperienze, di valori.

Poi viene tutto il resto.

Principi, regole valoriali “di nicchia” e sempre più difficili da trovare, soprattutto quando c’è un interesse economico in ballo.

Ma è questa la filosofia gestionale della UnipolSai di Lanciano, filosofia “scolpita” nel dna della responsabile della filiale frentana, Ornella Seca.

Tanto che sul suo profilo Linkedin traspare alla perfezione in poche, sintetiche ma efficaci parole, il modo di essere, quello di ragionare professionalmente e culturalmente, quello di tradurre operativamente i valori posseduti e renderli concreti all’atto del dunque:“Appassionata di assicurazioni da sempre applico alla mia realtà lavorativa i principi del progetto Economia di Comunione che attraverso l’associazione AIPEC possono essere divulgati con maggiore estensione a tutte le persone che hanno a cuore la “cultura del dare”.

Ancora.

La polizza assicurativa ha un valore sociale: prevenire il disagio. Dietro ogni polizza c’è una storia, un complesso valoriale, emozioni, sensazioni, ambizioni e immaginazione del futuro – spiega Ornella Seca con calma serafica e la convinta determinazione nel portare avanti una mission sociale spiccata e di cui andarne fieri – e questi aspetti intangibili sono per noi i capisaldi sui quali impostare il nostro lavoro quotidiano”.

Una storia, quella della UnipolSai di Lanciano, che ha già spento la candelina del mezzo secolo e oltre di attività.

L’agenzia in cui lavoro come agente dal 2002 è presente sul territorio lancianese dal 1968 costruita, rapporto per rapporto dal mio predecessore Carlo Paciocco che custodiva ogni cliente consigliandolo e accompagnandolo nei primi meandri assicurativi. Sono anni in cui l’assicurazione RCA non era ancora obbligatoria perché solo nel 1971 tutte le autovetture circolanti per legge dovevano essere assicurate”.

La chiave del successo di questa longeva e continua ascesa?

Ha fatto una grande opera di formazione, anni in cui la fiducia era riposta con una stretta di mano e tutto era fatto”.

Come dire, l’investimento di oggi rappresenta e rappresenterà il beneficio del domani. E i risultati sono oggettivamente tangibili.

Dieci collaboratori, entusiasmo a fattore comune.

La vision?

L’assicurazione non è solo una parte integrante della nostra economia ma, soprattutto – spiega Ornella Seca – è il fondamento per proteggere produzioni e processi di servizi nel tempo. Il ruolo dell’assicurazione non è solo il controllo del rischio: essa dà l’opportunità alla gente di essere ancora attiva e ricostruire per poter ripartire di nuovo”.

E di ripartenze, ce ne sono state.

Ognuna di esse, però, ha contribuito a fortificare ancora di più l’attività lavorativa, le dinamiche alla stessa sottese, i rapporti interpersonali.

Il primo grande cambiamento gestito in questi anni è stato l’accorpamento dell’ufficio di Vasto con quello di Lanciano – ricorda Ornella Seca – con tutte le criticità che avrebbe potuto comportare ed i riflessi che sarebbero stati evidenti sul territorio. A distanza di anni – continua – posso però dire che gli effetti sono stati positivi, abbiamo raggiunto un’armonia gestionale che è univoca e simbiotica con l’ambiente sul quale operiamo”.

Ma non solo. “Altro cambiamento impattante – commenta la responsabile della UnipolSai di Lanciano – è quello che ha riguardato la grande crisi degli anni 2007/2008/2009. In questi anni abbiamo dovuto riadattare strategie, renderle diverse, adattarle alle modifiche strutturali del territorio in cui operiamo quotidianamente. Come del resto – aggiunge Ornella Seca – un altro cambiamento epocale che stiamo affrontando è quello attuale del Covid. Siamo in una fase di transizione, ma io credo che dietro ad ogni sfida, dietro ad ogni grande crisi, c’è sempre una grande opportunità che va colta. Ma noi dobbiamo essere bravi a coglierla”.

Un affresco, dunque, intriso di valori quello della Unipolsai di Lanciano.

Dove la persona conta più di ogni altra cosa sempre e comunque.

Alessio Giancristofaro