Connect with us

Calcio

Valerio e all’ultimo affondo Martinez: dolce Epifania per la Vastese, all’Aragona pari prezioso contro il Campobasso

Published

on

I biancorossi stoppano la prima della classe con due gioielli per tempo. Domenica trasferta in casa del Notaresco da oggi capolista in coabitazione

Epifania dolcissima in casa Vastese. Un punto pieno di carbone per il Campobasso che a due minuti dal novantesimo pensava di averla vinta ma non aveva fatto i conti con la voglia dei biancorossi e l’esperienza di Leo Martinez, la sua punizione, al 47° minuto, lenta ma precisa ha firmato il definitivo 2 a 2. Doccia freddissima per i molisani all’Aragona, meglio non poteva iniziare l’esperienza sulla panchina vastese del tecnico Fulvio D’Adderio, un punto che sa di vittoria.

La partita – L’idea della difesa a quattro per il momento viene accantonata, il tecnico D’Adderio aveva parlato di stravolgimenti da evitare, così è stato. Confermato il 352 ma con interpreti diversi, su tutti Meola nel cuore del gioco, con lui più esperienza, centimetri e muscoli. Regia come sempre in mano ad Obodo, c’è anche Di Prisco, sulle corsie laterali tocca agli under Gentile e Valerio, quest’ultimo al rientro dopo aver scontato il turno di stop. Davanti al portiere Di Rienzo terzetto tutto senior, capitan Di Filippo, Altobelli e Diallo. Davanti tandem composto dall’ex di turno Martiniello e il 2001 Bernardi. La corazzata e capolista Campobasso deve rinunciare all’under Vitali (da scontare la terza e ultima giornata di squalifica) ma in mediana ritrova capitan Bontà (al rientro dopo la squalifica) con Brenci e Candellori. Mister Cudini sceglie il solito 433 con i migliori, a partire dall’ex di turno, Vittorio Esposito nel tridente insieme al centravanti Cogliati e l’under Zammarchi. Tra i pali il 2002 Piga, difesa a quattro guidata dall’altro ex di turno, Menna, al suo fianco c’è Dalmazzi, come terzini Fabriani e Vanzan.

Poco da raccontare nel primo quarto d’ora ma proprio come successo nel gennaio di un anno fa (era il 26) a sbloccare il match ci pensa Bontà, il capitano rossoblù, raccoglie il corner di Vittorio Esposito, svetta a centro area indisturbato e di testa trafigge Di Rienzo. Come da previsione a fare la partita è il Campobasso, i biancorossi provano a rispondere, dopo la mezzora alzano il baricentro e al trentasettesimo trovano il pari con un gioiello di rara bellezza. Da oltre venticinque metri il 2002 vastese doc Andrea Valerio non ci pensa su due volte e di controbalzo fa partire un destro imprendibile, primo gol con la maglia della sua città, gioia indescrivibile. La gioia biancorossa dura solo sette minuti, a centro area svirgolata di capitan Di Filippo, ne approfitta Candellori che a un minuto dal quarantacinquesimo riporta avanti il Campobasso.

La ripresa si apre con la prima sostituzione in casa Vastese, fuori Gentile e nei tre di difesa c’è di nuovo Cardinale con Diallo che scala sull’out di sinistra. Vastesi vogliosi di riacciuffare il match, partono con il piede giusto e sfiorano il pari con Martiniello ma il suo colpo di testa è debole per impensierire Piga. Biancorossi molto più in palla rispetto alla prima frazione (e le precedenti uscite), si gioca alla pari, a viso aperto anche se di occasioni da gol non se ne vedono. Meola (tra i migliori in campo) scodella a centro area un pallone interessante, sul secondo palo sbuca Valerio, sfiora la doppietta, non impatta per millimetri ma resta a terra dolorante dopo uno scontro. Nessuna paura, il diciottenne vastese rientra subito in campo. Da dimenticare la punizione di Obodo, D’Adderio schiera il tridente offensivo lanciando Sorgente e richiamando in panchina Di Filippo. Buttato nella mischia anche Martinez, biancorossi a trazione anteriore ma sono i molisani che con Dalmazzi sfiorano il tris. Non è ancora finita, dell’ultima punizione s’incarica Leo Martinez, esecuzione perfetta, la palla sfiora il palo e supera Piga, il 2 a 2 è servito, grande gioia in casa Vastese.

Incredibile finale, pari meritato per i vastesi che si rialzano dopo due sconfitte consecutive. La reazione c’è stata ed è quello che conta, un punto pesantissimo, raccolto con pieno merito contro la prima della classe. Domenica altra sfida in salita contro il Notaresco primo della classe, questa Vastese ha tutte le carte in regola per centrare un altro risultato pesante.

VASTESE – CAMPOBASSO: 2 – 2

Reti: 16’pt Bontà (C), 37’pt Valerio (V), 44’pt Candellori (C), 47’st Martinez (V)

VASTESE: Di Rienzo, Di Filippo (33’st Sorgente), Diallo, Altobelli, Obodo, Gentile (1’st Cardinale), Valerio, Meola (39’st Martinez), Martiniello, Bernardi, Di Prisco. A disposizione: Abazi, Lenoci, Solimeno, De Angelis, Sansone, Corcione. All.: D’Adderio

CAMPOBASSO: Piga, Fabriani, Vanzan (20’st Martino), Brenci (34’st Sforzini), Menna, Dalmazzi, Bontà (45’st Sbardella), Candellori, Cogliati, Esposito, Zammarchi (34’st Tenkorang). A disposizione: Raccichini, Capuozzo, Pontillo, Martinucci, Di Domenicantonio.  All.: Cudini

Arbitro: Giuseppe Vingo di Pisa (Marchese e Conte di Napoli)

Ammoniti: Valerio, Dalamzzi (V); Recupero: 0’ e 4’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it