Connect with us

Calcio

Valerio: “Vastese, sacrificio e voglia per altre vittorie. Titolare con la maglia della mia città? Bella responsabilità”

Published

on

Il diciottenne jolly difensivo schierato titolare tre volte di fila da mister Silva prima dello stop

Unico vastese doc schierato, quasi sempre titolare, da mister Silva. Dell’orgoglio che sentiva nel far parte del gruppo biancorosso Andrea Valerio ne aveva già parlato nell’intervista di fine marzo ma da allora ad oggi, per sua fortuna, la storia è cambiata. Dopo oltre sette mesi quegli scampoli di match si sono trasformati in presenza fissa dal primo minuto visto che, eccezion fatta per la prima giornata, dalla seconda alla quarta è sempre stato il titolare della maglia biancorossa numero 2. Con ottimi risultati, il jolly difensivo classe 2002 ha sempre lo sguardo serio di uno concentrato al massimo in partita ma soprattutto durante tutti gli allenamenti.

I vastesi continuano a lavorare all’Aragona in vista dei prossimi match, fermi dal 18 ottobre dovrebbero tornare in campo il 18 novembre nella trasferta di Aprilia in casa dell’ex Pollace. Non sappiamo come si ripresenterà mister Silva ma la percezione è che su Andrea Valerio si continuerà a puntare a lungo, lui ripaga tutti con impegno e sacrificio, oggi per portare il più in alto possibile i colori della sua città, più in la magari per togliersi altre soddisfazioni, magari in categorie più blasonate.

Andrea Valerio, allenamenti all’Aragona in attesa di tornare in campo, senza partite ufficiali da tre settimane dove trovi le motivazioni per dare il massimo anche in questo periodo? “Se mancano le motivazioni tanto vale restare a casa e pensare ad altro. Bisogna sempre pensare positivo, vero che il periodo non è dei migliori ma noi come Vastese stiamo lavorando al massimo tutti i giorni per farci trovare pronti quando torneranno protagonisti i tre punti”.

Dopo le apparizioni nella passata stagione in questo primo scorcio di campionato 3 volte titolare in 4 giornate, contento della fiducia che ripone in te mister Silva? “Le presenze della passata stagione mi hanno aiutato molto a maturare e tornare in campo, dopo il lungo lockdown, con maggiori certezze. Con il mio allenatore c’è un ottimo feeling, sono contentissimo dello spazio che mi sta concedendo, spero di ripagarlo al meglio ogni volta che mi viene data occasione, sono qui per migliorare giorno dopo giorno”.

Da sempre jolly difensivo, ora più da quinto, in cosa pensi di dover ancor migliorare per importi definitivamente in quel ruolo? “Mi trovo bene in tutte le zone del reparto difensivo, da quinto ho ancora tanto da lavorare, soprattutto dal punto di vista tecnico”.

A fine marzo ci avevi parlato dell’orgoglio che portavi dentro nel difendere i colori della tua città, ora che sei l’unico titolare vastese senti maggiori responsabilità? “L’orgoglio nel difendere i colori della mia città c’è sempre, non potrebbe essere altrimenti. Ho un anno in più e per fortuna sto trovando anche la giusta continuità in campo ecco perché ci sono maggiori responsabilità anche per me, lo sappiamo tutti quanto sia importante dare il massimo e vincere in una piazza come Vasto”.

Solo dopo i recuperi si potrà avere un’idea più dettagliata di questo girone ma la Vastese dove può arrivare? “Non so dove possiamo arrivare ma abbiamo tutte le carte in regola per puntare ai piani alti di classifica. Lo abbiamo dimostrato anche contro il Pineto, siamo un gruppo giovane ma con tanta voglia di vincere”.

Hai citato il Pineto, ultima partita ufficiale datata 18 febbraio, tornerete in campo il 18 novembre ad Aprilia, dopo un mese cosa servirà per ripartire da dove vi eravate fermati? “Quei tre punti, conquistati con pieno merito, ci hanno dato ulteriore consapevolezza nei nostri mezzi ma da Aprilia in poi gli ingredienti non dovranno cambiare: voglia e sacrificio per portare a casa altre vittorie pesanti”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it