Connect with us

Calcio

Vastese: buone notizie, diminuisce il numero dei positivi. Per l’attacco il nome forte è sempre De Iulis

Published

on

Dopo Pasqua D’Adderio dovrebbe ritrovare quasi tutti i giocatori. Tra dodici giorni stop al mercato, biancorossi a caccia di un paio di pedine

Aprile sarà il mese del ritorno in campo ma per ritrovare il sorriso pieno, a trentadue denti, D’Adderio dovrà aspettare ancora un po’.

Quella di domani, sarà la prima del mese ma soprattutto l’ultima della Vastese lontana da match ufficiali. Era il 28 febbraio quando Capitanio in extremis regalava un punto firmando il 2 a 2 contro il Fiuggi e allungando a dieci la striscia di risultati utili consecutivi. Da allora ad oggi, in tutto il mese di marzo, per capitan Di Filippo e soci non ci sono state sfide con in palio i tre punti. I primi stop a causa delle positività riscontrate nelle squadre da sfidare, poi il Covid è tornato a bussare alla porta biancorossa.

Stop ancora più lungo rispetto a quello di ottobre, la società in queste settimane non ha comunicato il numero preciso dei tesserati positivi ma negli ultimi giorni la situazione è in netto miglioramento. Gli ultimi tamponi effettuati hanno riconsegnato al tecnico molisano più di un giocatore, martedì verrà effettuato un nuovo giro di tamponi ed è probabile che scompaiano altri positivi, a piccoli passi il gruppo sta tornando al completo.

Anche se dopo oltre un mese di stop e senza potersi allenare con tutti gli effettivi a disposizione non sarà una passeggiata ritrovare immediatamente il miglior stato di forma, le preoccupazioni per mister D’Adderio non mancano ma contro il Montegiorgio, se l’11 aprile, come probabile, si tornerà in campo l’obiettivo sarà infilare l’11° risultato utile in serie. Anche perché, classifica attuale alla mano la Vastese sarebbe salva ma comunque in zona playout visto l’11° posto a quota 27, gli stessi di Rieti e Aprilia. Va detto che ora i ragazzi di patron Bolami hanno quattro match da recuperare (Pineto, Aprilia, Agnonese e Castelfidardo) mentre le due laziali ne devono recuperare solo una.

Martedì si farà la conta dei presenti, probabile che restino fuori ancora un paio di positivi e sicuramente non sarà ancora arruolabile Filippo Capitanio infortunatosi una ventina di giorni fa ma sulla via del recupero. La dirigenza continua a guardare con grande interesse anche al fronte mercato, l’obiettivo è arricchire ulteriormente l’organico così da poter avere ancora più certezze in vista degli ultimi mesi di campionato.

14 sono le giornate ancora da disputare, ecco perché si tengono d’occhio tutti i reparti anche se le pedine d’esperienza dovrebbero essere incastonate tra centrocampo e attacco. Davanti la società ha puntato forte sul laziale Andrea De Iulis, la Nocerina lo lascerebbe partire ma ci sarebbero prima da risolvere alcune situazioni. La Vastese però non può aspettare a lungo anche perché il tempo stringe, tra dodici giorni suonerà il gong (questa volta definitivo) sulle trattative di calciomercato ma l’obiettivo è provare a chiudere le trattative intavolate con qualche giorno d’anticipo. Aprile non sarà una mese decisivo ma dirà sicuramente molto, tra l’11 e il 30 potrebbero anche essere 6 i match che la Vastese dovrà affrontare, ecco perché serviranno calciatori pronti e ancor più affamati per allontanarsi di nuovo dai bassifondi e viaggiare senza ansie verso il finale di stagione.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it