Connect with us

Calcio

Vastese: così proprio non va. Martiniello non basta, all’Aragona passa il Montegiorgio

Published

on

Sabato senza punti per i vastesi che incassano quattro gol sprecando una ghiotta occasione. Mercoledì ultima del 2021 in casa del Matese

Anticipo amarissimo per la Vastese. Lo aveva detto anche mister Silva alla vigilia: “serve solo la vittoria” ma al termine dei novanta minuti i tre punti li ha conquistati il Montegiorgio. All’Aragona i biancorossi non sono riusciti a rialzarsi dopo i due pareggi, è arrivata addirittura la sconfitta, pesante visti i tanti gol subiti. Quattro, doppio Cuccù (migliore in campo), sfortunata autorete di Altobelli e il giovanissimo Pampano, i biancorossi dopo essere andati di nuovo sotto di due gol (come già successo contro l’Agnonese) l’avevano ripresa grazie alla doppietta (in sette minuti) di Antonio Martiniello ma i marchigiani hanno punito altre due volte un non attento Di Rienzo cementificando la prima vittoria in trasferta della stagione.

La partita – Mister Silva, venti giorni dopo l’amaro pari di Aprilia, conferma il 3412 con gran parte dei soliti uomini a partire dal fronte offensivo con Calabrese confermatissimo a galleggiare alle spalle di Martiniello e baby Bernardi. In mediana non c’è Obodo (in tribuna con Lenoci), l’esperto centrocampista nigeriano migliora ma si è deciso di non rischiarlo, al suo posto Logoluso di fianco a De Anglis. Manca sulla destra Valerio fermato per un turno dal giudice sportivo, dal primo minuto si rivede Solimeno, Diallo avanza sulla sinistra. Tra i pali riprende il posto da titolare Di Rienzo, davanti a lui capitan Di Filippo insieme ad Altobelli e Cardinale. Tra i marchigiani manca il pezzo da novanta, l’ex Arsenal Arturo Lupoli (in Italia 150 presenze in B e altrettante in C) non recupera ed è costretto ad alzare bandiera bianca. Assenza pesante per il tecnico Mengo, anche lui schiera il trequartista, Albanesi, in appoggio al tandem offensivo composto da Cuccù e il 2002 Pampano. 4312 per i rossoblù con Marani in porta, quartetto difensivo composto da Ficola e Gnaldi con i terzini under Tempestilli e Montanaro. Vertice basso Omiccioli insieme alle mezzali Mantini e Zancocchia.

Un colpo di testa debole di Martiniello apre il match ma al diciannovesimo il Montegiorgio crea la prima potenziale occasione da gol: Cuccù scappa via a Di Filippo, dalla destra assist a centro area ma nessuno raccoglie e Zancocchia si allunga la sfera da posizione defilata salvando i biancorossi. Rispondono i biancorossi con una conclusione di Calabrese bloccata da Marani, poi Logoluso in bello stile si libera e tenta la conclusione dalla lunga distanza ma non trova lo specchio della porta. Poco o nulla da raccontare fino al quarantunesimo quando sugli sviluppi di una punizione il Montegiorgio sblocca il match: Ficola stacca di testa, Di Rienzo non trattiene e per Cuccù è un gioco da ragazzi gonfiare la rete. Protestano i biancorossi per una presunta trattenuta sull’estremo di casa ma il fischietto veneto convalida il gol. Doccia ghiacciata per i vastesi che provano a reagire ma sugli sviluppi di un corner Logoluso non impatta e la botta di Diallo è sparata alto sulla traversa. All’ultimo secondo del primo tempo occasionissima per il pari, Di Filippo indovina il tempo ma la sua conclusione di testa termina a lato di nulla.

Ti aspetti una Vastese con altro piglio rispetto alla prima frazione ma la ripresa si apre come peggio non si potrebbe immaginare, cross dalla sinistra di Cuccù, sfortunato Altobelli che devia la sfera nella sua porta, il Montegiorgio ora è avanti di due gol. Si fa durissima per i biancorossi ma ci pensa Bernardi a riaccendere le speranze procurandosi un preziosissimo calcio di rigore. Non mancano gli specialisti, s’incarica della battuta Antonio Martiniello, esecuzione perfetta, ora i vastesi hanno di nuovo un solo gol da recuperare. Silva butta nella mischia Di Prisco e Sorgente, la Vastese ora preme e trova il meritato pari: Diallo sulla sinistra tiene vivo un pallone prezioso, cross di destro (non il suo piede) per Martiniello che a centro area sale più in alto di tutti e sul secondo palo batte Marani. 2 a 2 e gol numero tre in biancorosso per il cecchino campano in quattro giornate (tre da titolare). Sembrerebbe cambiata l’inerzia del match ma allo scoccare dell’ora di gioco il Montegiorgio passa di nuovo avanti, conclusione in controbalzo di Cuccù, altra disattenzione di Di Rienzo e da due passi questa volta è il 2002 Pampano a gonfiare la rete. Questa volta i vastesi accusano il colpo, Pampano va vicinissimo alla doppietta ma un minuto dopo Cardinale atterra in area Albanesi e il fischietto di Castelfranco Veneto decreta il secondo rigore di giornata.

Dagli undici metri va Cuccù, conclusione centrale ma vincente, questa volta per la Vastese sembra davvero notte fonda. Ci sarebbe l’opportunità di rientrare di nuovo in partita, Calabrese viene steso in area, Gnaldi ammonito e terzo penalty di giornata. Cambia il rigorista, tocca allo stesso Calabrese ma Marani intuisce l’angolo e allontana la Vastese da una nuova rimonta. Esordiscono in biancorosso Meola e Martinez, ci prova Sorgente a dare altre speranze ma Marani è attento. A cinque minuti dal novantesimo Di Rienzo evita la cinquina deviando in angolo la conclusione di Mandolesi ma serve a poco, il Montegiorgio fa festa: 2 a 4 all’Aragona.

Prima di oggi i marchigiani non avevano mai conquistato punti lontano da casa, lo hanno fatto perforando la Vastese per ben quattro volte. Un campanello d’allarme che suona forte quello dei gol subiti in casa biancorossa, nove nelle ultime tre giornate: davvero troppi. Tante reti subite e pochi punti conquistati, non è questa la strada giusta, due punti contro Agnonese, Aprilia e Montegiorgio sono davvero pochissima roba. Serve invertire la rotta, il 2020 si chiuderà mercoledì a Piedimonte Matese, in casa del Matese la Vastese non potrà più sbagliare.

VASTESE – MONTEGIORGIO: 2 – 4

Reti: 41’pt e 22’st Cuccù (M), 1’st Altobelli autogol (M), 5’st e 12’st Martiniello (V), 16’st Pampano (M)

VASTESE: Di Rienzo, Solimeno, Diallo, Cardinale, Di Filippo, Altobelli, Logoluso (11’st Di Prisco), De Angelis (34’st Meola), Martiniello, Calabrese (38’st Martinez), Bernardi (11’st Sorgente). A disposizione: Abazi, Gentile, Colantuono, Sansone, Corcione. All.: Silva

MONTEGIORGIO: Marani, Tempestilli (43’st Perini), Montanaro, Omiccioli, Ficola, Gnaldi, Pampano (24’st Mandolesi), Mantini (6’st Santoro), Albanesi (27’st Mejias), Cuccù (40’st Cichella), Zancocchia. A disposizione: Renzi, Marziali, Cernetti, Milozzi. All.: Mengo

Arbitro: Dario Duzel di Castelfranco Veneto (Spoletini di Rieti e Gookooluk di Civitavecchia)

Note: partita disputata a porte chiuse; 26’st Marani (M) respinge il penalty di Calabrese (V) Ammoniti: Cardinale (V), Albanesi (V), Gnaldi (V), Pampano (M), Di Prisco (V); Recupero: 1’ e 5’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it