Connect with us

Calcio

Vastese: da oggi a lavoro per battere il Castelfidardo. Ha salutato Guarracino

Published

on

Domenica obiettivo tre punti in terra marchigiana. L’attaccante campano potrebbe non essere sostituito

Dopo il lunedì di riposo oggi pomeriggio la Vastese tornerà a lavorare all’Aragona. Obiettivo? Battere a domicilio il Castelfidardo, domenica prossima, per riscattare i due ultimi pareggi. Prima dell’ultima domenica di pausa i biancorossi hanno buttato via due vittorie che in campo avrebbero meritato, questione di dettagli, prima una partenza col freno a mano tirato contro l’Agnonese, poi l’harakiri nel finale ad Aprilia venendo ripresi dai padroni di casa negli ultimi minuti.

Ecco perché in terra marchigiana bisognerà conquistare l’intera posta in palio, sicuramente mister Silva ritroverà nel pacchetto arretrato due pedine che tanto sono mancate negli ultimi due match: il difensore Altobelli e il portiere Di Rienzo. Due ottime notizie mentre il fronte offensivo ha ufficialmente perso una pedina: Fabrizio Guarracino dopo l’allenamento di sabato mattina ha salutato il gruppo e svuotato l’armadietto mettendo la parola fine sulla sua breve esperienza in biancorosso. Un solo gol all’attivo, il rigore contro il Real Giulianova, poi dopo la lunga sosta una mezzoretta contro l’Agnonese e zero minuti ad Aprilia. Il ventinovenne napoletano resterà sicuramente in Serie D in una piazza dove cercherà di avere un minutaggio più elevato.

Al momento la Vastese davanti non ha fretta di trovare un sostituto e non è affatto escluso che il parco attaccanti possa restare così com’è ora: con la coppia emiliano-romagnola (Calabrese e Bernardi) e l’altra campana (Martiniello e Sorgente). Sulle corsie laterali potrebbero esserci novità, in attesa di capire se il 2002 Mattia Racciatti tornerà alla base dalla Virtus Cupello (entro giovedì si avrà una risposta definitiva) il direttore sportivo D’Ottavio sta seguendo anche un profilo senior per avere maggiore esperienza in un reparto dove oggi la Vastese presenta tre under (Valerio, Gentile e Solimeno) e il giovane Diallo.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it