Connect with us

Calcio

Vastese: D’Ottavio e D’Adderio già stanno costruendo. Ecco chi potrebbe restare. Nuovo dg in arrivo?

Published

on

Mercoledì all’Aragona summit tra direttore sportivo e tecnico. Di Filippo e Altobelli corrono verso la terza stagione consecutiva in biancorosso

Capitan Di Filippo

Mancano ancora firme ufficiali e foto di rito, arriveranno a breve ma nel frattempo direttore sportivo e allenatore, in casa Vastese, sono già al lavoro per la prossima stagione.

Dopo la riunione di sabato in cui si è arrivati a un accordo di massima tra le parti con l’intenzione da parte di tutti di proseguire insieme il rapporto mercoledì Nicola D’Ottavio e Fulvio D’Adderio sono stati visti di nuovo a Vasto. Pranzo veloce e poi summit intenso, tra i due, negli uffici dello Stadio Aragona per intensificare il lavoro riguardo la costruzione della prossima rosa. Se nella stagione da poco conclusa l’allenatore di San Martino in Pensilis, arrivato durante la pausa natalizia, si trovò con un organico già pronto a cui però in corsa diede direttive su come migliorarlo ora potrà lavorare sin dal primo giorno di ritiro con una creatura costruita a sua immagine e somiglianza.

D’Adderio e D’Ottavio

Si guarda con grande interesse a volti nuovi, l’impressione è che in ogni reparto ci saranno innesti di prima fascia anche se almeno per il momento nomi ancora ne circolano. Con la conferma del duo D’Ottavio-D’Adderio si va verso la conferma di almeno quattro pedine, su capitan Nicolas Di Filippo c’è la fila di squadre pronte ad accaparrarselo ma come già successo un’estate fa si dovrebbe ripartire da lui e il fidatissimo compagno di reparto Mattia Altobelli. Come detto più volte una coppia difensiva di tale esperienza in D poche squadre possono permettersela. Sul fronte under si lavora alla conferma dei classe 2000 Danilo Barbarossa e Edoardo Monza, arrivati nella seconda parte di stagione sono diventati indispensabili nello scacchiere di D’Adderio. Altri nomi che potrebbero continuare ad indossare il biancorosso sarebbero quelli dell’esperto Obodo e del 2002 Mamona, scoperto da D’Ottavio e in campo esaltato da D’Adderio.

Sul fronte organico il motore è ufficialmente acceso ma la Vastese continua a monitorare anche la situazione riguardante il ruolo del direttore generale. Continua ad essere incerta la posizione di Andrea Masciangelo, ecco perché non è esclusa l’arrivo di una nuova figura, anche su questo fronte la Vastese non vorrà farsi trovare impreparata e nelle prossime riunioni potrebbero emergere importanti novità.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook