Connect with us

Calcio

Vastese lanciatissima: fino a dove può arrivare?

Published

on

16/10/2017 – Le tre vittorie consecutive parlano chiaro, domenica a Pesaro altro passaggio cruciale in casa di una corazzata ma i vastesi vorranno giocarsela

Una crescita costante, sotto gli occhi di tutti. La paura di scivolare sulla buccia di banana ascolana era reale, il gol di Petrarulo rafforzava l’ipotesi ma la Vastese per la seconda volta consecutiva è riuscita a ribaltare il risultato conquistando il terzo successo in serie. Una rosa con un’età media giovanissima(l’undici titolare di base tipo sfiora i 22 anni e mezzo) ma capace di maturare domenica dopo domenica dando sempre segnali sempre più incoraggianti.

Jesina e San Nicolò avrebbero potuto saziare capitan Fiore e compagni ma c’era un’occasione troppo ghiotta e sarebbe stato un vero peccato lasciarsela sfuggire. Ecco spiegata quindi quella rabbiosa reazione dopo lo svantaggio, trovare il pareggio dopo meno di due minuti ha reso meno ardua la rimonta, parola che fa quasi sempre rima con Leonetti. Puoi stare certo che almeno un porterà la firma dell’attaccante pugliese, dopo essersi divorato il gol del vantaggio ha rimesso in carreggiata la Vastese, poi a completare l’opera ci ha pensato Mati Cristaldi. Al primo gol con la maglia biancorossa in campionato ma capace di servire i compagni di reparto e aiutare tutta la manovra, ieri era stato perfetto il suo assist(in fotocopia con quello già visto contro la Jesina) per Leonetti in occasione del gol sbagliato e in occasione del pareggio un suo movimento ha spianato la strada alla spizzata vincente dell’andriese.

Nove punti in tre domenica, i biancorossi sono saliti in quinta posizione a meno quattro punti dal primo posto anche se dando un’occhiata alle spalle le ultime due posizioni sono lontane dieci punti e la bollente griglia playout dista sei lunghezze, un buon vantaggio che nelle prossime quattro sfide potrebbe essere addirittura incrementato. È vero, domenica i vastesi andranno nella tana della vicecapolista Pesaro, c’è la voglia di proseguire il ruolino di marcia positivo ma se dovesse arrivare uno stop non sarebbe un dramma.

Anche perché dopo la trasferta marchigiana i biancorossi saranno attesi da un altro trittico alla portata, numeri alla mano se dovessero arrivare altri 7 punti nelle prossime quattro giornate il computo totale delle ultime sette parlerebbe di 16 punti complessivi. Sarebbe una marcia comunque pazzesca, media oltre quella playoff, assolutamente da promozione ma la Vastese fino a quando non scollinerà i quaranta continuerà sempre a guardarsi le spalle ma se a Pesaro dovesse arrivare il poker sarà durissima tenere a bada gli entusiasmi di una piazza calorosa che già sta iniziando a sognare.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it