Connect with us

Calcio

Vastese: rimonta a metà, pari contro l’Olympia Agnonese

Published

on

I biancorossi, sotto di due gol dopo mezzora, hanno trovato un punto con i penalty di Martiniello e Calabrese. Domenica trasferta ad Aprilia

Dopo un mese di stop forzato serviva la vittoria, ha rischiato di perderla ma alla fine ha portato un punto a casa. Dopo essere stata sotto di due gol già nella prima mezzora di gioco la Vastese, nel recupero della 6° giornata del girone F di Serie D, all’Aragona ha trovato il 2 a 2 contro l’Olympia Agnonese ancora a secco di successi in stagione. I molisani erano partiti forte con la doppietta del belga (ma di chiare origini congolesi) Mbuba devastante nei primi trentuno minuti di gioco ma i biancorossi non sono crollati e con i rigori trasformati da Martiniello e Calabrese a cavallo tra fine primo tempo e inizio ripresa sono riusciti a guadagnare almeno un punto evitando la sconfitta.

La partita – Si torna in campo dopo oltre un mese, mister Silva rispetto alla vittoria contro il Pineto, datata 18 ottobre, presenta un undici con tante novità. Probabilmente a causa degli effetti del Covid il forte centrale difensivo Altobelli non è neanche in panchina dove siedono Di Rienzo, Logoluso e Di Prisco visti quasi sempre titolari prima dello stop. Con loro seduto anche Guarracino, il tecnico ascolano d’adozione aveva parlato dell’abbondanza offensiva e per questo motivo sceglie inizialmente un 3412 con Calabrese piazzato alle spalle del tandem tutto campano: Martiniello e Sansone. Per entrambi prima assoluta dall’inizio all’Aragona, il ventitreenne già entrato nel match vinto contro i pinetesi mentre per l’under classe ’99 ritrova il campo dopo le tre giornate di squalifica. Tra i pali esordio assoluto per il 2001 Abazi, davanti a lui capitan Di Filippo guida il terzetto difensivo completato da Diallo e Cardinale. Nel cuore del gioco regia affidata ad Obodo, al suo fianco c’è De Angelis, sulle corsie laterali gli under Gentile e Valerio, quest’ultimo alla quarta presenza consecutiva da titolare.

Al pronti via Maniscalchi va in gol ma l’assistman Mbuba è in offside, gol annullato. Ci provano anche i biancorossi, la punizione di Obodo è sporcato dalla barriera, portiere spiazzato ma con un guizzo riesce ed evitare il peggio. Sul cambio di fronte l’Agnonese trova il vantaggio, Cardinale in scivolata tocca la sfera servendola verso Abazi, sulla traiettoria c’è Mbuba che va a terra, sembrerebbe tutto regolare ma il fischietto marchigiano indica il dischetto, penalty generoso (eufemismo). Dagli undici metri va lo stesso Mbuba, l’Agnonese all’ottavo minuto è già in vantaggio. I biancorossi prendono il pallino del gioco in mano, vogliono il pareggio e iniziano ad aumentare i giri del motore, dalla destra palla di Valerio per Calabrese, assist a centro area, bella girata di Sorgente, sfera alta di nulla sulla traversa. I molisani, dopo essersi difesi con ordine, in ripartenza fanno di nuovo male ai biancorossi, dalla destra assist di Maniscalchi, incornata vincente ancora di Mbuba, la sfera si spegne sul secondo palo, vastesi gelati. Domenica tutta in salita per gli uomini di mister Silva chiamati ora all’impresa, ci prova De Angelis da fuori ma la conclusione è facile preda di Landi.

Servirebbe un gol per dare un senso anche alla ripresa, azione ben manovrata dai vastesi, palla sulla destra per Valerio che penetra in area e viene steso, anche in questa occasione l’arbitro ascolano non ha dubbi e indica il penalty. Martiniello s’impossessa della sfera ed è glaciale nello spiazzare Landi. Le squadre rientrano negli spogliatoi, la Vastese è ancora viva. A inizio ripresa non ci sono sostituzioni ma poco dopo i cinquanta minuti di gioco Grieco di Ascoli Piceno assegna il terzo calcio di rigore di giornata. Tocco di mano in area molisana, ghiottissima è l’occasione per la Vastese. Questa volta dagli undici metri va Antonio Calabrese, l’estremo granata intuisce l’angolo ma non può nulla, i biancorossi trovano il 2 a 2. In campo ci sono solo i biancorossi, vogliono il gol per completare la rimontona ma Landi con due grandi interventi ravvicinati dice no prima a Sorgente e poi alla botta di Valerio. Il ritmo dei vastesi si abbassa, in campo aperto i molisani si riaffacciano dalle parti di Abazi sempre attento. Ai biancorossi non riesce l’ultimo colpo, quello che avrebbe fatto rima con rimontona, al triplice fischio il finale recita 2 a 2.

Punto che porta gli uomini del presidente Bolami a quota 7 in campionato con aggancio al Montegiorgio e Cynthialbalonga. Non ci fosse stata la falsa partenza staremmo qui a parlare d’altro ma resta ben impressa la voglia dei vastesi bravi a conquistare un punto dopo essere andati sotto di due gol. Tra sette giorni viaggio nella tana dell’Aprilia oggi sconfitto 5 a 0 in casa del Notaresco e ancora a caccia del primo successo in stagione. La Vastese non potrà scegliere, dovrà ritrovare la vittoria per volare a quota dieci e affacciarsi ai piani alti.

VASTESE – OLYMPIA AGNONESE: 2 – 2

Reti: 8’pt e 31’pt Mbuba (OA), 44’pt Martiniello su rigore (V), 7’st Calabrese (V)

VASTESE: Abazi, Valerio, Gentile (46’st Solimeno), Cardinale, Di Filippo, Diallo, De Angelis (27’st Di Prisco), Obodo, Sorgente (20’st Guarracino), Calabrese, Martiniello (31’st Logoluso). A disposizione: Di Rienzo, Solimeno, Corcione, Sansone, Bernardi. All.: Silva

O. AGNONESE: Landi, Cecci (32’st Di Stasio), Montanaro, Marfella, Sgambati, Melvan, Maniscalchi (30’st Lombardi), Chiavazzo, Mbuba, Nsumbu (34’st Imho), Del Gaudio (32’st Amouzou). A disposizione: Causin, Carponi, Milone, Spanò, Sylla. All.: Senigagliesi

Arbitro: Paolo Grieco di Ascoli Piceno (Brizzi di Aprilia e Iuliano di Siena)

Note: match disputato a porte chiuse; Ammoniti: Di Filippo, Di Prisco (V); Landi (OA).  

Foto di Gianfranco Daccò:

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it