Connect with us

Calcio

Ripartire dal 2017: la Vastese vuole battere il temibile San Marino

Published

on

06/01/2018 – Biancorossi costretti a rinunciare a Cherillo. Sammarinesi con tanti big: insieme all’ex Miglietta da temere Pestrin, Ceccarelli e l’ultimo arrivato Longobardi

Dove eravamo rimasti? Tredici risultati utili con dieci vittorie, 37 punti, tre mesi da imbattuta per arrivare a blindare(o quasi) la terza posizione. La Vastese si è goduta al meglio le festività natalizie ma domani pomeriggio all’Aragona(fischio d’inizio ore 14.30) vorrà iniziare l’anno con l’ennesima vittoria interna da centrare nella prima giornata di ritorno del girone F.

A Vasto arriva il San Marino, non si guardi ai tredici punti di differenza in classifica e l’ottavo posto che attualmente occupano, i biancazzurri restano a tutti gli effetti una corazzata e a dicembre si sono ulteriormente rinforzati con altri due pezzi da novanta. Capitan Fiore e soci però non hanno paura, vorranno regalare ai propri tifosi l’ottava vittoria consecutiva, sarebbe il miglior modo per iniziare il 2018. Mister Gianluca Colavitto non potrà disporre dell’attaccante Antonio Cherillo, una botta subita al quadricipite nel triangolare dello scorso 28 dicembre lo sta limitando negli allenamenti e domani non sarà del match. Un paio di dubbi attanagliano il tecnico campano, in attacco uno tra Bittaye e Tedesco mentre in difesa il solito ballottaggio tra Iarocci e Iodice con il primo favorito.

Il mondo capovolto rispetto a un girone fa, i vastesi iniziavano la stagione accompagnati da tanti punti di domanda spazzati via da prestazioni pazzesche mentre il San Marino che partiva da grande favorito per la vittoria finale ha incontrato tantissime difficoltà e dopo l’1 a 1 dell’esordio ha continuato a balbettare nei quattro mesi successivi. Oggi la vetta è lontana addirittura venti punti ma i biancazzurri nel mese di dicembre nonostante una prima parte di stagione deludente non hanno smantellato ma hanno ulteriormente rinforzato un organico che può annoverare tra le proprie fila qualcosa come 500 presenze tre Serie A e B pensando oltre all’ex di turno Crocefisso Miglietta, a Vasto nel 2002/2003, anche ad altri due esperti come l’altro centrocampista Manolo Pestrin e il difensore Luca Ceccarelli. Durante la pausa natalizia i sammarinesi hanno potenziato il reparto offensivo riabbracciando il bomber Christian Longobardi, uno che visti i gol realizzati tra C e D non ha bisogno di alcuna presentazione. Tre settimane fa c’è stato il cambio in panchina, dopo la sconfitta interna contro la capolista Matelica la dirigenza ha sollevato dall’incarico Andrea Orecchia affidando la guida tecnica a Filippo Medri che ha iniziato subito al meglio con la vittoria centrata a San Nicolò.

I sammarinesi dopo aver chiuso l’anno con una vittoria in Abruzzo vorranno centrarne un’altra anche alla prima del 2018 ma all’Aragona per loro sarà durissima, la Vastese è ancora affamata e non pensa ad altro se non al quattordicesimo risultato utile consecutivo.

Questo il probabile undici scelto da mister Colavitto: Camerlengo, Viscardi Iarocci(Iodice) Amelio De Chiara, De Feo Pizzutelli Stivaletta, Fiore Leonetti Bittaye(Tedesco).

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it