Connect with us

Basket

Vasto Basket: Giovanni Gesmundo è il nuovo coach

Published

on

21/06/2017 – L’allenatore pugliese presentato questa mattina in conferenza stampa. Torna a Vasto anche coach Linda Ialacci, entrerà a far parte dello staff tecnico del settore giovanile

La Vasto Basket riparte da Giovanni Gesmundo. Il PalaBcc in questi giorni è teatro delle fasi finali nazionali under 16 ma la società vastese guarda anche in casa propria iniziando a lavorare in vista della prossima stagione. Quarto cambio in altrettanti stagioni, una storia iniziata con Sandro Di Salvatore e proseguita nelle ultime due stagioni con Sergio Luise prima ed infine coach Massimo Cardillo tornato in Sicilia. La presentazione del nuovo allenatore è avvenuta questa mattina presso la sala stampa del PalaBcc, a fare gli onori di casa ci hanno  pensato Giancarlo Spadaccini e il direttore sportivo Luigi Cicchini ma erano presenti quasi tutte le figure della dirigenza, il team manager Sergio Desiati e alcuni allenatori del settore giovanile.

Presenza importante anche quella di coach Linda Ialacci, dopo vent’anni tornerà nella sua Vasto per dare un prezioso contributo alla crescita del settore giovanile.

Il nuovo coach biancorosso ha già avuto un incrocio con la Vasto Basket nella stagione di C Nazionale(2012/2013) quando la stagione regolare vide i vastesi chiudere alle spalle della capolista Molfetta allena proprio da Gesmundo. Nato a Bisceglie ma molfettese d’adozione  dopo l’esperienza con Molfetta(confrontandosi anche nel campionato di B) nelle ultime due stagioni ha guidato in C Silver l’Olimpica Cerignola. Capo allenatore ma anche altro, è il Responsabile Tecnico Territoriale pugliese progetto azzurri Fip e da qualche anno ha messo su una società di basket giovanile, la Molfetta Ballers.

“Con lui vogliamo percorrere parecchia strada insieme – queste le parole del presidente Giancarlo Spadaccinidurante la conferenza stampa di presentazione – per questo abbiamo siglato un accordo triennale, è un ottimo gestore e soprattutto sa lavorare con i giovani, sposa appieno le volontà della Vasto Basket”.

Poi sugli obiettivi stagionali il numero vastese è stato chiaro: “Vogliamo fare bene ma senza voli pindarici, vincere il campionato non è un obbligo ma puntiamo a migliorare il risultato dell’anno scorso continuando la nostra attività con la crescita dei nostri giovani dentro e fuori il parquet, solo così il basket è sostenibile”.

Il ds Luigi Cicchini ha parlato di Gesmundo come “profilo perfetto per la Vasto Basket, ci siamo trovati subito d’accordo, la stima è reciproca, speriamo che i prossimi tre anni possano essere ricchi di soddisfazioni”.

“Sono contentissimo di essere qui a Vasto – le prime parole in biancorosso di coach Gesmundo – adoro l’Abruzzo da sempre  e ora voglio integrarmi al meglio in questa nuova avventura, qui c’è progettualità ed era quello che cercavo, mi piace lavorare sul campo, far crescere i ragazzi anno dopo anno”. Alle sue spalle il logo della Vasto Basket recita ‘dal 1971’: “questo codice Fip invariato da oltre quarant’anni è un messaggio importante, qui c’è gente che sa lavorare, apprezzano il lavoro di tutti e non sfruttano il basket per lucrare o altro”.

Ricorda della sfida disputata contro la Vasto Basket nel 2013 con un PalaBcc stracolmo e bollente: “Lavoreremo per provare a ricreare quell’entusiasmo, il mio gruppo dovrà essere competitivo e divertente da allenare durante tutta la settimana”.

Nel corso della conferenza si è parlato della conferme certe di capitan Vittorio Ierbs, Vincenzo Dipierro e Luca Di Tizio, bisognerà capire il futuro dei ventiduenni Pace e Cordici di cui la Vasto Basket ne detiene il cartellino, il roster avrà quei giovani(dal ’98 fino al 2001) già visti in campo lo scorso anno e con ogni probabilità verranno aggiunte un paio di pedine. L’inizio della preparazione è prevista intorno alla terza settimana di agosto.

La Vasto Basket ha scelto Gesmundo per rilanciarci, una sfida che il coach pugliese all’alba dei quarant’anni(li compirà a inizio agosto) ha accettato con grandi motivazioni, tra un paio di mesi s’inizierà a fare sul serio, il PalaBcc vuol tornare ad essere una fortezza inespugnabile e bollente.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it