Connect with us

Ciclismo

Vasto e il Giro d’Italia, un abbraccio… in rosa che si rinnova

Published

on

Venerdì 17 maggio la partenza della tappa per L’Aquila. La prima nel 1959

Un abbraccio che si rinnova.

Vasto, in diverse occasioni, ha avuto il privilegio di essere stata scelta come sede di arrivo e di partenza del mitico Giro d’Italia: la prima si registrò nel 1959, quando ad imporsi sullo strappo conclusivo di via Roma, fu Gastone Nencini; nel 1983 vinse lo spagnolo Edoardo Chozas; nel 1988 ci fu la vittoria dello svizzero Stephan Joho ed ancora nel 1998 e nel 2000 le braccia alzate al cielo furono dello svedese Glenn Magnusson e del russo Dimitri Konyshev.

Poi, nel 2008, Vasto fu sede di ‘start‘ della tappa, la Vasto-Pescocostanzo, e va pure considerata la nutrita serie di passaggi nel territorio cittadino nell’ambito di altre tappe della corsa, come quella molisana-abruzzese del 2017, la Montenero di Bisaccia-Blockhaus, con il traguardo dell’”Intergiro” piazzato in corso Mazzini ed una ‘festa in rosa‘, breve ma intensa, organizzata in loco.

Una pagina davvero significativa quella del connubio Vasto-Giro d’Italia, certamente piena di emozioni, calore, colore e spettacolo. E a darvi corpo ci sono anche tante fototutte straordinarie – ricorda Lino Spadaccini, cultore di storia locale – perché oltre a farci rivivere alcuni momenti della corsa, con il passaggio delle ammiraglie e dei corridori, ci presentano i volti delle persone assiepate sulle strade e le tante insegne pubblicitarie dei negozi, molti dei quali sono ormai chiusi da anni”.

Il 17 maggio, insomma, data da segnare nel calendario vastese, rigorosamente… in rosa!

Foto Archivio Lino Spadaccini (Blog NoiVastesi)

Redazione Vasport – redazione@vasport.it