Connect with us

Basket

‘Vieni e a giocare con noi…e con Davide’: grande festa all’Oratorio Salesiano

Published

on

28/07/2017 – Davide Parente ha raccolto l’invito della Virtus Basket Don Bosco per un pomeriggio trascorso raccogliendo l’affetto dei baby cestisti e l’abbraccio degli amici di sempre

Autografi, domande, abbracci, un allenamento con i più piccoli e la partitella con gli amici di sempre. Un pomeriggio perfettamente riuscito quello organizzato dalla Virtus Basket Don Bosco con l’aiuto di un ospite d’eccezione, il cestista vastese classe 1983 Davide Parente, play dell’Auxilium Torino società ambiziosa in A1 e pronta nella prossima stagione all’esordio in Eurocup.

‘Vieni e a giocare con noi…e con Davide’, l’invito rivolto ai più piccoli per un allenamento guidato da un giocatore di A1 e la partitella con le ‘vecchie glorie’ che hanno calcato i campi dell’Oratorio Salesiano ha raccolto tantissime adesioni. Oltre a Parente presente gran parte della dirigenza della Virtus Don Bosco con la presidentessa Maria Cristina Stivaletta insieme ai dirigenti Giovanni Tolli, Ivano Prili e il giovane imprenditore vastese Nicola Paglione. Presenza tutt’altro che secondaria la sua, al momento è solo un’ipotesi ma quel progetto iniziato con la Vasto Basket e poi naufragato dopo pochissimi mesi potrebbe magari trovare nuova linfa in questa società.

Davide Parente si è presentato ai cinquanta giovani cestisti(femmine e maschi) raccontando in breve la sua vita, dalle prime partitelle proprio all’Oratorio(“dove trascorrevo gran parte dei miei pomeriggi”) fino all’esordio in A1 arrivato in questa stagione. Tante le domande rivoltegli dai ragazzi per approfondire la conoscenza, iniziando con la curiosità del conoscere di quanto fosse lo stipendio annuale, passando per il rapporto con i compagni, le emozioni che si provano ad esordire in Serie A, se a Torino indossa la fascia di capitano o se gli è capitato di portarla al braccio in altre esperienze e tante altre curiosità. Prima di iniziare ad allenarsi la Virtus Basket Don Bosco con il dirigente Giovanni Tolli ha voluto omaggiare Parente consegnandogli una targa ricordo.

I baby cestisti non vedevano l’ora di iniziare l’allenamento e così archiviato il simpatico ‘interrogatorio’ Davide Parente assistito da uno staff tecnico tutto al femminile ha guidato il gruppone di cinquanta ragazzi con una seduta durata un’ora e trascorsa tra tanto divertimento e grandi sorrisi.

In serata in campo sono poi scese in campo le vecchie glorie che tanti anni fa calcavano il rettangolo di gioco dell’Oratorio Salesiano, Davide Parente ha avuto l’occasione di riabbracciare amici che non incontrava da anni, anche lui ha partecipato alla partitella(insieme al fratello Daniele, assistant coach in A2 a Trapani), tra canestri da sotto e bombe dalla lunga distanza sono stati tanti i ricordi riaffiorati nella mente dei protagonisti in campo.

La Virtus basket Don Bosco e Davide Parente si sono regalati un pomeriggio diverso ma sicuramente gioioso per grandi e piccini, magari sarà a questa prima volta faranno seguito altri ‘incontri’, quasi a diventare un appuntamento fisso nelle estati dell’Oratorio Salesiano.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it