Connect with us

Calcio

Vince il Pescara, Perugia battuto (2-1) in rimonta

Published

on

Ai biancazzurri il primo atto dei play out. A segno Galano e Maniero

Grazie ad un secondo tempo tutto cuore e anche sostanza, il Pescara conquista un prezioso successo nell’atto primo dei play out contro il Perugia dell’ex Massimo Oddo.

All’Adriatico finisce 2-1, a favore della squadra di mister Andrea Sottil, la sfida con gli umbri, con le reti decisive messe a segno nella ripresa da Galano e Maniero (su calcio di rigore) a ribaltare l’iniziale vantaggio ospite realizzato da Kouan nella fase conclusiva della prima frazione di gara.

A Perugia, venerdì nella gara di ritorno, ci saranno due risultati su tre a disposizione dei biancazzurri per condurre in porto la permanenza in Serie B.

La partita. Atto primo della sfida play out: Sottil punta sull’esperienza di Campagnaro e Scognamiglio in difesa, in attacco Pucciarelli con Galano al fianco di Maniero.

Fase iniziale equilibrata: al 6’ destro di Masciangelo, Vicario salva in angolo. Al 15′ punizione di Falzerano, colpo di testa di Kouan con palla di poco fuori. Al 20′ è provvidenziale Campagnaro a salvare su una veloce ripartenza degli ospiti. Al 29’ destro di Pucciarelli, sfera ancora di un soffio fuori. La squadra di Oddo sblocca il punteggio al 40′: Kouan, ben imbeccato da Capone, sfrutta al meglio una palla invitante sul secondo palo e infila in porta superando Fiorillo. Poco prima dell’intervallo sono vibranti le proteste dei padroni di casa: i biancazzurri reclamano il rigore per il mani di Gioymber, peraltro ammonito, ma l’arbitro lascia correre con l’ausilio del Var.

Tutt’altra musica nella ripresa: il Pescara parte col piede pigiato sull’acceleratore. All’8′ ci prova Pucciarelli, alta la sua conclusione. Al 13′ arriva il gol dell’1-1 con Galano che, di testa, spedisce in rete un perfetto assist di Masciangelo. Al 22′ episodio-chiave: testa di Maniero, mani di un difensore e direttore di gara che stavolta accorda la massima punizione. Dal dischetto Maniero sigla il 2-1 e i biancazzurri, così, ribaltano lo svantaggio. Al 35′ biancazzurri vicini alla terza marcatura con Galano che, servito da Memushaj in veloce contropiede, impegna Vicario con una bella stoccata dal limite dell’area.

Il finale, nervoso, vede il Perugia proteso in avanti alla ricerca del 2-2, il Pescara si copre e difende coi denti l’importante vantaggio.

Pescara-Perugia 2-1

Reti: 40′ Kouan, 12′ st Galano, 22′ st Maniero (rigore)

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zappa, Campagnaro, Scognamiglio, Masciangelo; Memushaj, Palmiero (24′ st Busellato), Kastanos (36′ st Crecco); Pucciarelli (41′ st Borrelli), Maniero (36′ st Bocic), Galano (41′ st Bettella). A disposizione: Alastra, Del Grosso, Elizalde, Melegoni, Pavone. Allenatore: Sottil

Perugia (3-5-2): Vicario; Rosi, Sgarbi (25′ st Nzita), Gyomber; Mazzocchi, Falzerano (17′ st Buonaiuto), Carraro, Kouan, Falasco (40′ st Dragomir); Capone (17′ st Nicolussi), Falcinelli (25′ st Melchiorri). A disposizione: Albertoni, Fulignati, Righetti, Konate, Iemmello. Allenatore: Oddo

Arbitro: Marinelli di Tivoli

Redazione Vasport – redazione@vasport.it