Connect with us

Calcio

Virtus Cupello da sogno: capolista in Eccellenza con Maccioni e Pendenza, battuta la Torrese

Published

on

Seconda vittoria consecutiva per i rossoblù su un campo tosto. Mercoledì infrasettimanale ad Avezzano

Un primato da godersi per almeno ventiquattro ore. Anche se domani dovesse arrivare il sorpasso in classifica poco cambierà, bisogna dirlo a chiare lettere: occhio alla Virtus Cupello. Questa sera e domani almeno fino alle 17 sarà una delle due capolista d’Eccellenza dopo aver espugnato il difficile campo della Torrese, nell’anticipo della sesta giornata. Già nel primo tempo le basi forti di una vittoria, i gol di Samuele Maccioni e il solito Pendenza, quelli decisivi per il definitivo 0 a 2.

La partita – Anche se non al top mister Carlucci recupera in extremis sia La Selva che Pendenza titolarissimi nel collaudato 352. Davanti al portiere Di Vincenzo c’è capitan Giuliano con Felice e Conti, sulle corsie laterali spazio a Racciatti e Troiano, nel cuore del gioco Tafili ha il supporto di Capitoli e Maccioni. In casa teramana in avanti non c’è l’esperto Lalli, insieme a Criscolo spazio a Puglia. In difesa l’esperienza di Fuschi e Di Lallo, nel cuore del gioco l’ex Casalbordino e Vasto Marina Angelo Cernaz, il fratello Valentino parte dalla panchina. Dopo meno di dieci minuti i cupellesi sbloccano il match, Maccioni riceve l’invito, s’incunea in area e batta Falzano. Il vantaggio carica ulteriormente gli ospiti che cercano in altre occasioni il raddoppio, Pendenza ha l’occasionissima ma sceglie l’assist e la Torrese si salva.

Nell’ultimo minuto della prima frazione arriva il raddoppio dei rossoblù, D’Orazio stende in area Racciatti, dagli undici metri va lo specialista Pendenza, rigore perfetto e gol numero sei in stagione per il bomber di Vittorito. A inizio ripresa il bomber di Vittorito ha a disposizione un altro penalty ma fallisce l’occasione per il tris. Poco importa, i teramani in campo non fanno paura, i rossoblù hanno altre occasioni per arrotondare il risultato ma non rischiano mai, fino al fischio finale.

Dopo 6 giornate sono 13 i punti, gli stessi che ha Il Delfino Flacco Porto, le due squadre che ora comandano a braccetto il massimo campionato regionale. Quelli di oggi però sono punti davvero pesanti per capitan Giuliano e soci conquistati in casa di uno dei top team dell’Eccellenza abruzzese. Non da meno i cupellesi, fin qui un’orchestra perfetta quella diretta da Panfilo Carlucci anche se non è il momento di cullarsi sui tanti punti finora conquistati. Tra quattro giorni si torna di nuovo in campo, trasferta nella tana dell’Avezzano, altro esame da grande, la Virtus Cupello è già pronta per un’altra battaglia.

TORRESE – VIRTUS CUPELLO: 0 – 2

Reti: 9’pt Maccioni, 46’pt Pendenza su rig.

TORRESE: Falzano, Consorte, D’Orazio, Cernaz, Di Lallo, Fuschi, Criscolo, Tini, Puglia, Gelsi, Casimirri. A disposizione: Camaioni, Spinelli, Cichella, Di Federico, Di Francesco, Compagnoni, Cernaz V., Festa, Di Simone. All.: Cristofari

VIRTUS CUPELLO: Di Vincenzo, Racciatti, Conti, Maccioni, Giuliano, Felice, Troiano, Tafili, Pendenza, La Selva, Capitoli D. . A disposizione: Capitoli G., Donatelli, Claudio, Rossi, Budano, Zinni, Colitto, Berardi, Caniglia.  All.: Carlucci

Arbitro: Ludovico Esposito di Pescara (Falcone e Colonna di Vasto)

Ammoniti: ; Espulsi: .

Redazione Vasport – redazione@vasport.it