Connect with us

Calcio

Vittoria nel derby e 18 anni: Lorenzo Peschetola ancora in campo con la Primavera dell’Inter

Published

on

Il talento di Cupello oggi diventa maggiorenne e ieri con i compagni ha festeggiato la pesante vittoria contro i cugini

Prime due settimane di febbraio da incorniciare per Lorenzo Peschetola. Dopo gli anni con under 15, 16 e 17 per il classe 2003 questa, con l’Inter, sarebbe la stagione con l’under 18 ma negli ultimi mesi si è migliorato ancora salendo un altro importante gradino.

Finendo in pianta stabile nella Primavera guidata da mister Madonna, tanti 2001 e 2002 ma con loro anche alcuni “sotto età” come il talento cupellese. Partito da casa nell’estate del 2017 a soli quindici anni, vero che aveva già provato la distanza negli anni a Pescara ma il balzo da Cupello a Milano a quell’età non è facile per nessuno. Oggi a distanza di quasi quattro anni si può dire che Lorenzo è cresciuto in fretta senza però mai perdere di vista quei comportamenti che aveva messo dentro nella valigia quando ha salutato la sua Cupello. Umile, garbato, lavoratore e con una voglia matta di arrivare ad alti livelli nel mondo del calcio, l’Inter gli sta dando una grande possibilità e lui continua con il suo importante percorso di crescita.

Il 4 febbraio l’esordio con la Primavera in Coppa Italia (nella vittoria sul Crotone), due giorni dopo (sabato 6) altra prima assoluta, questa volta contro il Cagliari, in campionato e ieri ancora in campo, nel quarto d’ora finale, nel derby di Milano, stravinto dai nerazzurri sul Milan. L’antipasto di quello che andrà in scena domenica in Serie A ha visto l’Inter imporsi 0 a 3 con la doppietta di Satriano e il gol di Vezzoni. Nerazzurri secondi a meno quattro dalla capolista Roma e sabato impegnati nel big match contro la Juventus appaiata a quota 18 proprio con i milanesi. Mercoledì da incorniciare e oggi, per Peschetola, sarà un giovedì di allenamento e soprattutto festeggiamenti visto che diventa maggiorenne. Traguardo importante, avrà al suo fianco tanti compagni di squadra, poi quando tornerà a Cupello festeggerà con tutta la famiglia. Le candeline si spegneranno, il talento no, lo ha sempre avuto e in questi primi anni in nerazzurro ha continuato a coltivarlo migliorandolo di parecchio tanto da arrivare a giocare anche con la Nazionale Italiana giovanile. Di obiettivi però il Lorenzo Peschetola ne ha ancora tantissimi da raggiungere, a diciotto anni è lecito sognare, lui continuerà a lavorare come sempre ha fatto finora, nel calcio che conta punta dritto ad arrivarci.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it