Connect with us

Calcio a 5

“Anche il futsal abruzzese deve ripartire, ecco le 4 ipotesi per concludere la stagione”

Published

on

“Anche il futsal abruzzese deve ripartire, ecco le 4 ipotesi per concludere la stagione in C1”

Ieri sera, in videoconferenza, riunione tra Comitato Regionale e i rappresentanti delle società di C1, C2 e Calcio Femminile del calcio a 5 d’Abruzzo. Oggi tocca alle società di D

Delle 4 ipotesi paventate dai piani alti le società sembrerebbero aver già deciso di cestinare le prime due. Quelle con più partite da disputare, si arriverebbe comunque a fine giugno ma l’ipotesi di dover inserire tanti infrasettimanali non è una strada che tanti vorrebbero percorrere.

Pensando alla Serie C1, il massimo campionato regionale del futsal abruzzese, ieri sera nell’incontro in videoconferenza, durato dure ore, il vicepresidente Ezio Memmo e Vittorio Salvatore, responsabile regionale C5 hanno illustrato le 4 ipotesi con le quali si potrebbe ripartire. “La situazione intorno a noi pian piano per fortuna migliora – le parole dei massimi dirigenti – ad anno nuovo speriamo di avere maggiori certezze, solo così si potrà tornare in campo con la massima sicurezza, dovremo ancora attendere ma faremo di tutto per riprendere le attività”.

Come per il calcio a 11 l’idea è riprendere gli allenamenti intorno a metà gennaio per tornare ai match ufficiali tra febbraio e marzo. Delle 4 ipotesi mostrate dal Comitato Regionale le società sarebbero poco propense a prendere in considerazione la 1 e la 2. Quelle che farebbero finire la stagione anche con il girone di ritorno passando poi ad eventuali playoff e playout per un totale di 25 gare da disputare. Da febbraio fino alla fine di giugno con tanti turni infrasettimanali, 7 per l’ipotesi 1 e ben 9 per la 2. Qui le società hanno fatto capire di essere contrarie, durante la settimana tanti tesserati lavorano e sarebbe complicatissimo poter scendere in campo.

Si va quindi verso le altre due direzioni, le ipotesi 3 e 4. Si ripartirebbe il 20 marzo, pochi turni infrasettimanali (solo uno per l’ipotesi 3, 4 per l’ipotesi 4) e fine della stagione fissata tra il 19 giugno e il 26 giugno. Naturalmente la fase regolare si chiuderebbe al termine del girone d’andata, non si giocherebbe il ritorno e si passerebbe alla fase ad eliminazione diretta. Nell’ipotesi 3 (un totale di 15 match da disputare) i classici playoff (dalla 1° all’8°) e playout (dal 9° posto al 16°), nell’ipotesi 4 (17 incontri) entrerebbero in gioco “Pool promozione” (dal 1° posto all’8° per l’accesso in B) e “Pool retrocessione” (dal 9° al 16° posto per evitare la discesa in C2).

Tutti sperano in primis di tornare in campo, da qui al prossimo mese e mezzo sarà fondamentale rispettare le regole, il virus non andrà via così facilmente ma la voglia di sport è tanta. Anche il futsal abruzzese vorrà tornare protagonista.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it