Connect with us

Calcio

Colavitto ‘azzanna’ il SN Notaresco

Published

on

Aggancio in vetta del Matelica. La lotta per la C comprende anche Campobasso e Recanatese

Quattro squadre raccolte nel breve margine di altrettanti punti. Si fa incandescente la lotta per la vetta nel girone F di Serie D.

Micciola e Colavitto

Nell’ultimo turno la vittoria del Matelica in casa con la Jesina fanalino di coda e la concomitante sconfitta del SN Notaresco con il Porto Sant’Elpidio in esterna hanno determinato l’aggancio al comando della classifica della formazione marchigiana affidata alla guida tecnica dell’ex Vastese Gianluca Colavitto, dopo l’iniziale cammino con Battistini, squadra plasmata da un altro ex biancorosso, il direttore sportivo Francesco Micciola con il buon apporto in termini di gol (14 fin qui) di un terzo elemento, il bomber Vito Leonetti, che pure a Vasto ha lasciato una significativa traccia.

A quota 52 svettano, dunque, dopo 25 giornate di campionato, SN Notaresco e Matelica, 3 punti sotto c’è il Campobasso, 4 la Recanatese. Con altre 9 partite da giocare, dunque, tutto in ballo.

da www.youtvrs.it

Matelica, lanciatissimo (14 risultati utili di fila per Colavitto, 10 vittorie e 4 pareggi nello ‘score’), che dovrà giocarsi le sue chance di promozione anche sfruttando gli scontri diretti, quelli della giornata numero 28 (in trasferta proprio con il SN Notaresco) e della 34^ (in casa con la Recanatese). Un altro scontro interessante è alla 31^ (Campobasso-Recanatese). In mezzo c’è anche la Vastese che dovrà affrontare tre delle quattro contendenti: già questa domenica 1 marzo il SN Notaresco in trasferta, poi la Recanatese all’Aragona (alla 30^) e, di nuovo all’Aragona, proprio il Matelica (alla 32^).

Nei numeri la fotografia del campionato riaperto: alla 12^ giornata si registrava il massimo vantaggio del SN Notaresco sul Matelica (ben 14 punti). In 13 partite il divario è stato azzerato.

Insomma, carne al fuoco tanta per un girone che, strada facendo, dopo l’iniziale dominio dei rossoblù di mister Vagnoni, è tornato ad essere in bilico in testa per la notevole frenata della battistrada e per la continuità di buoni risultati, di Matelica e Campobasso in particolare, di chi inseguiva.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it