Connect with us

Calcio

Coppa Abruzzo: c’è il preannuncio di reclamo del Vasto Marina, per lo Scerni cambia tutto?

Published

on

Il 2 a 1 a favore dei rossoblù del match di ritorno non è stato omologato, in campo è mancato un under.

La doppia vittoria potrebbe non bastare allo Scerni per blindare l’accesso alle semifinali di Coppa Abruzzo di aprile. Conquistata sul campo, nei giorni scorsi tra andata e ritorno, un errore nella composizione dell’undici di partenza potrebbe portare il giudice sportivo a ribaltare la qualificazione a favore del Vasto Marina.

Alla Coppa Abruzzo dal Primo turno di agosto partecipano squadre di Prima e Seconda Categoria, nella categoria superiore, in campionato, le squadre sono costrette a schierare almeno due ‘fuoriquota’(classe 1995 e 1996), nell’altra non c’è nessun obbligo di presentarsi in campo con gli ‘under’. Per molti vista quindi la presenza in Coppa di squadre di Seconda non c’era l’obbligo di schierare i fuoriquota anche da parte delle squadre di Prima, un regolamento poco chiaro visto che anche in Coppa la differenza resta, le squadre di Prima devono scendere in campo con almeno due under. Nel match di ritorno il Vasto Marina dall’inizio ne ha schierati sette, lo Scerni pur avendone cinque in panchina dal primo minuto nell’undici di partenza si è presentato con il solo classe 1996 Domenico Monachetti (ex di turno e in gol sia all’andata che al ritorno), a conti fatti mancava il ’95, ecco l’errore che ha spinto i vastesi a presentare il preannuncio di reclamo.

Regolamento alla mano con il preannuncio di reclamo il giudice sportivo dovrebbe esaminare le carte e poi comunicare la decisione ufficiale, si va quindi verso lo switch con l’annullamento del 2 a 1 sul campo a favore dello 0 a 3 a tavolino che darebbe al Vasto Marina la qualificazione alle semifinale estromettendo incredibilmente lo Scerni. Dopo la ‘pesante’ vittoria a tavolino nel campionato juniores d’Elite(leggi) il Vasto Marina potrebbe di nuovo ringraziare, questa volta per la prima squadra, una decisione del giudice sportivo ma fin quando non ci saranno le comunicazioni ufficiali nulla potrà essere dato per certo.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it