Connect with us

Calcio

Cupello-Pescara, pomeriggio di grande festa

Published

on

12/04/2017 – Termina 8 a 2 l’amichevole a favore dei pescaresi. Quasi 800 persone sugli spalti per novanta minuti di grande festa

Un grande mercoledì di festa difficile da dimenticare per l’intera comunità cupellese. La Serie A oggi pomeriggio è arrivata a Cupello e il bagno di folla non è assolutamente mancato. Bimbi, genitori e normali appassionati, l’impianto sportivo cupellese pieno in ogni ordine di posto(e oltre) per assistere da vicino all’amichevole tra i padroni di casa del Cupello e il Pescara, la Serie A appunto. Oltre cinquecento biglietti venduti, un successone se si pensa ai tanti bambini delle scuole calcio del comprensorio vastese invitate per l’occasione raggiungendo in totale quasi ottocento presenze.

Sin dall’arrivo del pullman del Pescara si è fatto sentire il calore di grandi e piccini, applausi prima e poi il via ai tanti selfie con i vari Simone Pepe, Sulley Muntari, Cesare Bovo, Gianluca Caprari, Alberto Cerri e cosi via, quasi tutti molto disponibili, compreso mister Zdenek Zeman, chiamato all’impresa per provare a salvare i pescaresi dalla retrocessione(sempre più vicina) iniziando da sabato quando all’Adriatico arriverà la Juventus prima della classe.

Un pomeriggio fortemente voluto dalla famiglia Di Francesco insieme al resto della dirigenza cupellese, trovando pieno appoggio dal presidente pescarese Daniele Sebastiani presente a Cupello insieme al direttore sportivo Luca Leone. Presente anche il presidente del Pineto, Silvio Brocco.

Dopo selfie e riscaldamento l’ingresso in campo delle due squadre accompagnate dai giovani del settore giovanile, il Cupello privo di diverse pedine(Avantaggiato, Triglione, Di Vincenzo e Tascione) schierando l’ex di turno Ilyos Zeytulaev nel cuore del gioco. Dall’altra parte il boemo oltre a Pepe(oramai ex giocatore e nuovo team manager) è arrivato senza i vari Gilardino, Campagnaro, Stendardo, Fiorillo e Biraghi mentre Muntari e il ’99 Koulibaly sono stati schierati nella ripresa. A sbloccare il match ci ha pensato capitan Memushaj dopo venti minuti di gioco, poi un autogol e Cerri hanno chiuse il primo tempo sul tre a zero. Nella ripresa girandola di cambi fino al 2 a 8 finale con le reti rossoblù realizzate dai centrali difensivi Benedetti e De Fabritiis.

Prima di riprendere la via di Pescara altro bagno di folla per la truppa biancazzurra, Cupello si è fermato per un pomeriggio, vista la risposta entusiasta di tutta la comunità chissà che l’evento nei prossimi anni non diventi una dolce abitudine.