Connect with us

Calcio

Palladini: “Maglia sudata, voglio una squadra tosta”. Bolami: “Vincere per volare da subito”

Published

on

Il tecnico marchigiano sfiderà l’ex compagno e amico Federico Giampaolo oggi sulla panchina marsicana

Parola ai numeri uno. Presidente e allenatore, uno di fianco all’altro nel sabato di vigilia in vista dell’esordio in Coppa della Vastese attesa dal derbissimo contro l’Avezzano. Volti distesi e sorridenti al termine della rifinitura, c’è il dubbio Leonetti ma l’allenatore Ottavio Palladini pensa al gruppo e indica la strada: “Domani saremo tutti curiosi, è la prima partita che conta, servirà per capire i problemi che ancora abbiamo e dove migliorare ma dovremo uscire dal campo con la maglia sudata, voglio una squadra tosta”.

Pensando ai marsicani il tecnico marchigiano li “vedo molto bene, hanno cambiato poco rispetto alla scorsa stagione, sono un pizzichino avanti a noi perché già si conoscono a differenza nostra che siamo un gruppo nuovo”. Davanti probabilmente Leonetti partirà dalla panchina: “in settimana ha accusato un problemino e non si è allenato al meglio, oltre questa ci sono anche altre situazioni da valutare ma la società mi ha consegnato una rosa con doppi giocatori, c’è scelta”. Sull’altra panchina troverà Federico Giampaolo insieme da giocatori a Pescara per ben cinque stagioni tra fine anni novanta e inizi duemila: “Federico è uno dei pochi amici con cui mi sento ancora oggi, è un’amicizia vera ma domani voglio vincere io”.

Carico al punto giusto anche il presidente Franco Bolami: “Domani dobbiamo vincere per volare sin da subito, andare avanti in coppa accrescerebbe morale ed entusiasmo di tutto l’ambiente”. Finora il numero degli abbonamenti sfiora quota 200: “Un buon numero ma non ci accontentiamo, sappiamo che questa piazza ama la Vastese, ecco perché tutti i vastesi anche con un solo abbonamento possono contribuire alla crescita di questa squadra, da domani fino a fine stagione voglio tanto calore intorno ai ragazzi”. In estate la società ha alzato l’asticella costruendo una rosa importante: “Siamo stati di parola, per noi il terzo anno doveva essere quello della verità, abbiamo fatto grandi sforzi grazie al lavoro da parte di tutti i dirigenti, a loro devo un grande grazie, sia quelli che sono con me dal primo giorno della mia presidenza agli altri che passo dopo passo si sono uniti a noi, lavoriamo sempre per il bene della Vastese”.

 

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it