Connect with us

Calcio

Sansalvese: l’arbitro ha sbagliato, devi rigiocarla. Gissi ok ‘a tavolino’

Published

on

26/01/2018 – Il pari beffa di cinque giorni fa a Quadri cancellato da una mancata espulsione. Per i gissani tre punti arrivati dopo il finale caotico contro la Civitellese

Un epilogo scontato già da domenica sera e una decisione che ora può di nuovo aiutare la Sansalvese. Domenica pomeriggio a Quadri i biancazzurri avevano perso in campo due punti pesanti dopo essere stati ripresi per la terza volta, l’ultima al novantatreesimo per il 3 a 3 finale. Un punto a testa fino a ieri pomeriggio quando il giudice sportivo ha comunicato la sua decisione, la partita valevole per la seconda giornata del girone F di Seconda Categoria andrà ripetuta. Motivo? La mancata espulsione del numero 6 del Quadri, Marco De Menna, ammonito per la prima volta nel primo tempo sarebbe dovuto essere stato espulso a undici minuti dal novantesimo ma un errore di trascrizione(ha scritto in una delle due ammonizioni il 5 e non il 6) lo ha lasciato in campo fino al triplice fischio. “Tenuto conto che nel caso di errore tecnico dell’arbitro – si legge nel comunicato della Figc regionale – rilevato a seguito di indicazione nel referto di gara, il Giudice Sportivo non si sostituisce ad esso in una valutazione tecnica, ma si limita a prendere atto dell’errore, potendo valutare se tale errore abbia influito sul regolare svolgimento della gara; Considerato che nella fattispecie in esame possa ritenersi che l’errore abbia influito sulla validità dell’incontro poiché ha impedito alla Soc. Sansalvese di beneficiare della superiorità numerica negli ultimi minuti di gara (dal 34’s.t. fino al termine della gara) conclusasi sul risultato di 3 a 3”. Accertato l’errore il giudice sportivo ha comunicato la ripetizione del match, prevista per mercoledì 14 febbraio al “Calabrese”(fischio d’inizio ore 15) di Quadri squalificando per una giornata il difensore De Menna.

Scontata l’altra decisione da parte del giudice sportivo, dopo il match sospeso domenica pomeriggio al settimo minuto di recupero il Gissi ieri ha potuto festeggiare la vittoria a tavolino per 3 a 0 sulla Civitellese dopo che in campo fino alla sospensione i biancazzurri di Civitella Messer Raimondo erano avanti di un gol. Il calcio di rigore assegnato ai padroni di casa poco prima del triplice fischio ha fatto scattare l’ira degli ospiti. “Al minuto 52 del secondo tempo – si legge nel comunicato Figc – in seguito all’assegnazione di un calcio di rigore a favore della squadra locale, l’arbitro veniva accerchiato dai giocatori della Civitellese che gli rivolgevano pesanti offese e minacce. A quel punto l’arbitro, ritenendo di non essere in condizioni di proseguire la direzione dell’incontro, ne decretava la sospensione sul risultato di 0 a 1; mentre cercava di raggiungere gli spogliatoi, era inseguito dagli stessi giocatori ospiti i quali venivano trattenuti dai dirigenti e calciatori della squadra locale. Visto l’art. 64 delle N.O.I.F., a mente del quale “L’arbitro deve astenersi dall’iniziare o dal far proseguire la gara, quando si verifichino fatti o situazioni che, a suo giudizio, appaiono pregiudizievoli della incolumità propria, dei propri assistenti o dei calciatori, oppure tali da non consentirgli di dirigere la gara stessa in piena indipendenza di giudizio”. Il giudice sportivo ha quindi deliberato per la sconfitta a tavolino per 3 a 0 della Civitellese costretta a pagare un’ammenda di 400 per il comportamento di alcuni suoi tesserati qualificati per un totale di 10 giornate(6 Gattone, 3 Masciantonio e 1 Odorisio).

La ‘nuova’ classifica del girone F di Seconda Categoria dopo 17 giornate:

Palena 42

Odorisiana 40

Real Casale 34

Gissi 28

Di Santo Dionisio 26

Sansalvese* 22

Carunchio 20

Quadri* 17

San Buono 17

Dinamo Roccaspinalveti 14

Villa Santa Maria 7

Virtus Tufillo* 7

Atletico Roccascalegna* 6

Civitellese 5

(*: una partita in meno)

Redazione Vasport – redazione@vasport.it