Connect with us

Calcio Femminile

Storica Daniela Sabatino: vola al Mondiale con l’Italia femminile

Published

on

Ennesimo risultato di prestigio per l’esperta attaccante originaria di Castelguidone, le azzurre tornano a disputare la competizione più importante vent’anni dopo quella americana

Un altro tassello da incastonare nel mosaico di una fantastica carriera. Anche in una stagione che l’ha costretta a dover mandar giù un paio di bocconi amari per Daniela Sabatino il finale è stato comunque da ricordare. Grazie a un risultato storico, quello centrato ieri sera dall’esperta attaccante (tra diciassette giorni saranno 33 anni) originaria di Castelguidone (paese dell’Alto Vastese) insieme al resto delle compagne azzurre. Almeno un Italia sarà al Mondiale, se quella maschile ha deluso tutti i tifosi pallonari ieri sera la nazionale rosa ha firmato la sua impresa conquistando i tre punti decisivi per staccare il pass in vista della prossima edizione del Mondiale femminile in programma in Francia, dal 7 giugno al 7 luglio del 2019. Un risultato storico, l’Italia femminile non partecipava alla massima competizione calcistica dal 1999.

Sette vittorie su sette nel girone di qualificazione, un cammino netto con il punto esclamativo messo ieri sera all’Artemio Franchi di Firenze superando con un netto 3 a 0 il Portogallo conquistando di fatto la qualificazione con un turno d’anticipo. Tra le tante vittorie anche quella di fine ottobre quando la Sabatino con l’Italia è tornata nell’Abruzzo che l’ha coccolata in età giovanile giocando e vincendo la sfida contro la Romania al “Patini” di Castel di Sangro (leggi). Ieri si è presa la sua maglia, la numero 9, in campo dal primo minuto, solita prestazione tutta cuore e grinta, il gol non è arrivato ma è uscita tra gli applausi.

Chiudendo la stagione con un grande sorriso dopo le due delusioni precedenti su cui è inciampata con la maglia del Brescia dove ha sfiorato un altro incredibile triplete mancato per due sconfitte nello spareggio Scudetto contro la corazzata Juve (sconfitta sfortunata ai rigori) e poi in Coppa Italia persa contro la Fiorentina. Ora si godrà qualche giorno di meritato riposo, poi inizierà a pensare alla  prossima stagione, a meno di clamorosi colpi di scena sarà ancora con la maglia del Brescia, quasi una seconda pelle visti gli otto anni trascorsi con le leonesse. Poi tra un anno da più esperta del gruppo guiderà la spedizione azzurra, Daniela Sabatino ha ancora tanto da dire con un pallone tra i piedi e anche al Mondiale proverà a far parlare di se.

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it