Connect with us

Calcio

Lanciano e lo stage: oltre 60 ragazzi e un interesse fuori dai confini regionali

Published

on

Lunedì 1 luglio lo stage rossonero al “Guido Biondi”. I numeri e le novità sulla prima squadra

Tempo di ulteriore potenziamento del settore giovanile a Lanciano.

La società frentana non ha mai nascosto ambizioni al riguardo.

Lunedì pomeriggio, primo luglio, allo stadio “Guido Biondi” lo staff tecnico del settore giovanile del Lanciano terrà uno stage dedicato alle classi 2003, 2004, 2005 e 2006.

Stage che assume un ruolo particolare per via di due elementi.

Il primo ha a che fare con i numeri.

Saranno una sessantina i campioncini osservati.

Un numero elevato per un settore giovanile in ascesa come quello del Lanciano che compirà due anni di vita tra un mese.

Indicatore, questo, che testimonia un interessamento di tanti giovani nei confronti del club frentano.

Il secondo, probabilmente il più importante.

Molte società calcistiche, che disputano campionati anche al di fuori dei confini regionali, faranno partecipare i loro iscritti allo stage rossonero.

Segno, quest’ultimo, di un’attrazione sempre crescente che il modello Lanciano sta esercitando.

Investire sul settore giovanile è uno dei must sui quali il patron Fabio De Vincentiis ha puntato dal primo istante.

Il referente per lo stage è il dirigente del Lanciano calcio Andrea D’Orsogna Bucci e, per informazioni, può essere contattato al numero 3204752247.

CAPITOLO PRIMA SQUADRA

Sistemato il primo attaccante, ore ne serve un altro.

Lo scorso anno Francesco Di Gennaro ha dovuto reggere il peso del fronte offensivo da solo in pratica da quando Alessandro Tarquini non è stato più a disposizione di Alessandro Del Grosso.

La “punta dei desideri”, oltre a Daniele Gragnoli, è stata certamente individuata ma vanno fatti tutti i passaggi necessari.

La società, in queste ore, starebbe chiudendo altre trattative e avrebbe individuato anche il portiere da inserire in rosa.

Alessio Giancristofaro – alessio.giancristofaro@vasport.it