Connect with us

Calcio

Atletico Cupello, Carbonelli: “Non dirigo più la prima, sono concentrato solo sul settore giovanile”

Published

on

12/01/2018 – Dopo le decisioni del giudice sportivo di ieri l’allenatore cupellese precisa la sua posizione. Sempre più difficile la presenza dell’Atletico domenica a Lanciano

“Dal dopo Fresa molto è cambiato, con la dirigenza ci sono state delle divergenze e nei giorni successivi ho preso le mie decisioni”. Dopo l’assordante silenzio intorno all’Atletico Cupello dell’ultimo mese le prime dichiarazioni ufficiali arrivano dall’allenatore Loris Carbonelli che prova a fare chiarezza: “La coerenza non paga e non dà felicità. E’ vero che chi fa poco sbaglia poco e chi fa tanto sbaglia tanto e non per questo però è un fallito, anzi, le difficoltà ti fanno crescere in tutti i sensi. Ho cercato motivazioni e disponibilità su cui appoggiarmi per andare avanti in campionato, non è stato possibile, così anch’io ho fatto la mia scelta ma solo dopo aver controllato per bene che la nave sia davvero vuota, da capitano, da persona coerente, da uomo leale. Avevo un sogno e una squadra attrezzata per affrontare un’altra grande avventura, ma qualcosa non è andato per il verso giusto. Di questo sono davvero mortificato ma ci tengo a precisare che non sono io ad avere disatteso le aspettative”.

In campo i cupellesi si sono visti per l’ultima volta domenica 3 dicembre nella sfida pareggiata 2 a 2 contro il fanalino di coda Fresa rimandando per la quinta domenica consecutiva l’appuntamento con la vittoria e allontanandosi definitivamente dai nobili obiettivi prefissi ad inizio stagione. “Da lì in avanti complice anche la mancata vittoria a tavolino molto è cambiato, quasi tutti i giocatori sono voluti andare via, quelli che erano intenzionati a restare sono stati svincolati, io ho contattato tanti giocatori per riformare un gruppo all’altezza e proseguire la stagione senza affanni ma la dirigenza non mi ha supportato e ho deciso quindi di allontanarmi dalla prima squadra”.

Continuando però il percorso con i giovani del settore giovanile: “È una mia creatura, gestisco con il mio staff, che non smetterò mai di ringraziare, ottanta ragazzini e con loro c’è un progetto che può darci soddisfazione, l’affiliazione con l’Academy del Carpi e il lavoro portato avanti negli ultimi mesi ne è la conferma”.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it