Connect with us

Calcio

Casalbordino, un finale di stagione intenso ed emozionante

Published

on

Il Casalbordino è atteso da un esaltante finale di stagione per ottenere la miglior posizione nella griglia play off del campionato di Promozione, e magari provare ad impensierire la capolista Delfino Flacco Porto distante cinque punti. I casalesi nel prossimo mese saranno impegnati anche nella doppia sfida al Fontanelle nella semifinale di Coppa. La Juniores, invece, sarà chiamata ad un autentico miracolo per salvaguardare la sua presenza nel campionato d’Elite

 

Con il netto successo casalingo di domenica scorsa contro il Sulmona, il Casalbordino ha ottenuto l’ottavo risultato utile consecutivo (sei vittorie e due pareggi) ed ora è al secondo posto in classifica con 53 punti a -5 dal Delfino Flacco Porto. Domenica i casalesi hanno rosicchiato due punti alla capolista, che però avrò un calendario sulla carta più semplice da qui alla fine. A sei giornate dalla fine sembrerebbe difficile un possibile aggancio al primo posto per il Casalbordino, che però ha l’obbligo di provare ad impensierire la squadra pescarese. Il Casalbordino è praticamente certo della partecipazione ai play off considerati i 12 punti di vantaggio sul Villa 2015, sesta in graduatoria, ma sarà fondamentale difendere il secondo posto dagli attacchi della Val di Sangro (terza con 52 punti) e dell’Ortona (quarta a 51). Proprio Ortona e Val di Sangro saranno due delle avversarie del Casalbordino in questa fase finale: alla terzultima i casalesi andranno ad Ortona, mentre proprio all’ultima giornata saranno di scena sul campo della Val di Sangro. Due autentici spareggi per definire la griglia play off. Sarebbe fondamentale per gli uomini di Roberto Cesario arrivare secondi con magari più di 10 punti di vantaggio sulla quinta in modo da bypassare il primo turno ed accedere direttamente alla finale. In caso la distanza fra seconda e quinta non sia di almeno 10 punti, si giocherebbero entrambe le semifinali (seconda contro quinta e terza contro quarta) in partita unica sul campo della squadra con la miglior posizione in classifica generale. Anche alla luce di questo, arrivare nella miglior posizione possibile a fine campionato è fondamentale. Il Casalbordino nelle ultime sei partite avrà solo due match casalinghi: alla trentesima giornata con la Casolana e alla trentatreesima con il Villa 2015. Domenica i casalesi andranno a giocare sul campo della Fater Angelini.

Il Casalbordino nel prossimo mese avrà anche un altro obiettivo, essendo l’unica squadra del girone B di Promozione ad essersi qualificata per la semifinale di Coppa di Promozione. Mercoledì 14 marzo in casa e poi il 4 aprile in trasferta, i casalesi sfideranno gli atriani del Fontanelle al momento quinti nel girone A. I ragazzi di coach Cesario sono ancora imbattuti in questa competizione e avranno l’obiettivo di raggiungere la finalissima di Coppa in programma il 25 aprile. Nell’altra semifinale si sfideranno il San Gregorio e la Santegidiese, anch’esse facenti parte del girone A. Un finale di stagione intensissimo per il Casalbordino con due grandi obiettivi da raggiungere sia in campionato che in coppa.

Se la prima squadra sta viaggiando a gonfie vele in questa stagione, non si può dire lo stesso della squadra Juniores al momento ultima a pari merito con il San Salvo nel campionato Juniores d’Elite. I casalesi sono distanti sei punti dalla salvezza diretta a cinque partite dal termine, ma dovranno giocare tre importantissimi spareggi negli ultimi turni. Domenica 12 marzo sfida casalinga al Penne con l’obbligo di conquistare punti, poi tre autentici spareggi contro il Sambuceto (al momento salvo a +6 dal Casalbordino) nel recupero della ventunesima giornata rinviata per neve in programma giovedì 15 marzo, e contro Val di Sangro e San Salvo (ad ora retrocesse anche loro). Nell’ultimo turno poi trasferta sul campo della Renato Curi. Nelle prossime partite i giovani casalesi sapranno se la salvezza è ancora possibile o meno.

 

Andrea Giove – andreagiove@vasport.it