Connect with us

Calcio

Cavuoti “debutta” con la 37 del Cagliari: “Semplici mi motiva. Ruolo? Basta che gioco”

Published

on

Il 2003 vastese, sabato pomeriggio, è sceso in campo nel primo test stagionale dei sardi. Nel post match la prima conferenza stampa con i “grandi”

Da www.calciocasteddu.it

Un altro passo in avanti. Negli ultimi ventiquattro mesi la carriera di Nicolò Cavuoti ha subito un’incredibile accelerata, passando dagli Allievi della Virtus Vasto fino all’esordio di sabato pomeriggio con la prima squadra del Cagliari.

Negli ultimi due anni però sono stati fondamentali i sei mesi in D con la “sua” Vastese, zero paura, tanta spensieratezza, tutto unito a doti tecniche incredibili per un ragazzino che allora aveva 16 anni e che dall’aprile scorso è diventato maggiorenne. In Sardegna pochi mesi con l’under 17, nella scorsa stagione ottime prestazioni con la Primavera e ormai da un paio di settimane a pieno regime con la prima squadra guidata da mister Semplici. L’uomo dell’incredibile salvezza dei sardi in un’intervista ha elogiato proprio il 2003 vastese doc: “Chi mi sta impressionando? Il più giovane, Cavuoti. Ha delle grandi qualità ed è uno di prospettiva ma non voglio mettergli pressione”.

Da Cagliari Calcio (Instagram)

Ieri i rossoblù, nel ritiro di Pejo (in Trentino) hanno affrontato il primo test amichevole della stagione battendo 16 a 1 il Real Vicenza e per Cavuoti si è trattato dell’esordio in prima squadra. Schierato nel secondo tempo, maglia numero 37, schierato sulla corsia sinistra di centrocampo con licenza di affondare il colpo. Ha impressionato tutti in positivo tanto da trovare spazio in sala stampa al termine del match per rispondere alla domande dei giornalisti. Queste le dichiarazioni raccolte da Luca Zanda, collega del sito calciocasteddu.it che ringraziamo: “Sono contento di quello che sta accadendo. Dalla chiamata per il ritiro alle parole di mister Semplici che mi motivano molto. Voglio continuare così e darò sempre il massimo. Ho parlato sia con Agostini che con Conti, mi hanno detto di restare tranquillo e ho seguito i loro consigli. Sono bravo con la palla tra i piedi, voglio sempre la palla. Nel finale ho accusato un po’ di stanchezza. Mi piace moltissimo Neymar, lo trovo un grandissimo campione”. Sarà solo una parentesi o il lavoro con la prima squadra proseguirà per tutta la stagione?Non lo so ancora e non ci penso. In questo momento devo solo mettermi in mostra in ogni allenamento”. Il mio ruolo? “A me basta giocare, poi posso fare l’esterno, la mezzala o il trequartista. Per noi Carboni è un punto di riferimento perché per noi che giochiamo in Primavera la volontà è quella di arrivare in prima squadra. Agostini mi chiede di divertirmi. A lui piace che stiamo sempre alti”.

Non resta che attendere la fine del ritiro del Cagliari per capire quale sarà il futuro di Nicolò Cavuoti, al primo appuntamento ha fatto capire che con i “grandi” della Serie A ci sa stare eccome, se il buongiorno si vede dal mattino tra pochi mesi la Vastese calcistica potrà festeggiare per un altro esordio nella massima serie.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook