Connect with us

Calcio

Cupello: arriva il Chieti degli ex, pronto all’impresa?

Published

on

Il tour de force dei cupellesi inizia sul sintetico di casa, out il solo Simone Tucci. Dall’altra parte Marinelli partirà dalla panchina

Quei due punti lasciati malamente per strada oggi farebbero davvero comodo a un Cupello che pur provandoci, fatica a trovare la continuità di risultati positivi e la classifica ne sta risentendo. Dopo la beffarda sconfitta di Capistrello i rossoblù domani pomeriggio(fischio d’inizio ore 15) torneranno sul sintetico di casa dovendo affrontare, nella dodicesima giornata di ritorno d’Eccellenza, il Chieti vicecapolista.

Un girone fa i cupellesi in vantaggio di tre reti dopo sessanta minuti giocati ammutolendo lo Stadio “Angelini” subirono l’incredibile rimonta dovendosi accontentare di un solo punto, domani proveranno a ritrovare un successo che manca da tre giornate. Ecco perché la classifica non sorride, due punti di vantaggio dalla zona che scotta non bastano anche perché bisognerà affrontare anche Martinsicuro terzo in classifica e, dopo la lunga sosta, il Giulianova a un passo dalla promozione diretta. Un ostacolo per volta, il tecnico Panfilo Carlucci eccezion fatta per Simone Tucci(out fino al termine della stagione) può contare sull’intero organico ma bisognerà capire chi saranno i protagonisti in campo visto che nell’ultimo periodo ha cambiato diverse pedine. Capitan Giuliano agirà nei quattro di difesa o stazionerà nel cuore del gioco? D’Antonio partirà dalla panchina o comporrà il tridente offensivo completato da bomber Pendenza(autore di una doppietta nel match d’andata) e Ninte? A meno di clamorose sorprese dal primo minuto toccherà anche a Daniele Capitoli, l’unico ex sulla sponda cupellese vista la prima parte di stagione trascorsa in neroverde.

Ne ha tre il Chieti che fino alla scorsa stagione hanno indossato la maglia rossoblù, se il centravanti Vito Marinelli partirà dalla panchina dopo essere ristabilito dal problema al ginocchio nell’undici titolare ci saranno De Fabritiis e l’under Selvallegra. Una rosa di spessore quella guidata da mister Marino che in avanti può contare su gente del calibro di Margarita, Lalli e Catalli senza dimenticare Fruci in difesa e Sassarini in mediana. Con il primo posto ormai lontano undici punti i neroverdi dovranno blindare l’attuale seconda piazza, arriveranno sul sintetico con la voglia di tornare a casa con i tre punti ma quelli servono anche al Cupello, chi avrà più fame uscirà dal campo con la vittoria, i rossoblù non vogliono più sbagliare.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it