Connect with us

Calcio

Cupello e San Salvo: domenica nera

Published

on

07/01/2018 – Ai rossoblù a Paterno non è bastata una grande prestazione e l’iniziale vantaggio firmato Benedetti. Crisi totale a San Salvo contro la Torrese è arrivata la sesta sconfitta consecutiva

Il 2018 parte male. Malissimo viste le concomitanti sconfitte delle due territoriali in una terza giornata di ritorno d’Eccellenza che ha visto le ultime dieci in classifica iniziare l’anno senza vittorie. Festa solo per chi viaggia nei piani alti ma Cupello e San Salvo sono costrette a guardare in basso con i cupellesi partiti con il piede giusto a Canistro in casa del Paterno ma nel secondo tempo costretti ad alzare bandiera bianca. L’allenatore Panfilo Carlucci pur recuperando in extremis Bruno nel cuore del gioco ha dovuto rinunciare allo squalificato Quaranta e l’infortunato Simone Tucci. Nonostante le assenze e il valore degli avversari erano stati proprio i cupellesi a portarsi in avanti grazie al gol firmato da Vincenzo Benedetti sugli sviluppi di un calcio d’angolo. I rossoblù dopo aver fallito tante occasioni per chiudere il match hanno subito la beffa, il Paterno ha prima pareggiato con il vastese Nicola Della Penna e poi ha trovato il gol del definitivo 2 a 1 firmato da Tabacco. Il Cupello resta sempre con due punti di vantaggio sulla zona bollente e nel prossimo turno riceverà il River Chieti per uno scontro salvezza da non sbagliare.

Crisi nerissima per l’Us San Salvo, non è arrivata la scossa tanto attesa e al “Bucci” la Torrese sfruttando un rigore contestato e realizzato dal difensore goleador Stacchiotti ha portato a casa l’intera posta in palio con il minimo scarto(0-1). Per i biancazzurri si tratta della sesta sconfitta consecutiva, numeri da incubo se pensiamo alla difesa più battuta d’Eccellenza ma soprattutto l’ultimo posto in classifica con appena dieci punti. In campo oggi pomeriggio mister Stefano Sgherri era sceso in campo privo dello squalificato capitan Felice e gli infortunati Evangelisti e Dema, assenze pesantissime che non hanno aiutato i sansalvesi castigati dal calcio di rigore poco dopo la mezzora. “Al termine della gara odierna l’U. S. San Salvo – si legge nel comunicato – nel ribadire il silenzio stampa dei propri tesserati, anche per il rigore assegnato oggi dal direttore di gara alla squadra ospite, comunica che è in corso un incontro tra i giocatori, lo staff tecnico e i dirigenti. La società in queste settimane sta facendo il possibile con il massimo impegno per questo vuole confrontarsi con chi scende in campo la domenica e deve dare risposte sul terreno di gioco.”. Domenica prossima ci sarà un crocevia fondamentale, forse decisivo per il prosieguo della stagione, sfida salvezza in casa del Miglianico penultimo, squadre divise da quattro punti, dovesse arrivare il settimo passo falso in serie per il San Salvo la salvezza assumerebbe i contorni dell’impresa sportiva.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it