Connect with us

Calcio

Daniele Izzi: “Deluso dal silenzio del San Salvo. Vado via ma è un arrivederci”

Published

on

Il jolly difensivo di Mafalda, dopo dodici stagioni consecutive con le ultime due da capitano, lascerà la piazza biancazzurra

Dai diciannove anni fino ai trentuno. Sempre con la stessa maglia, quella dell’Us San Salvo diventata per Daniele Izzi una vera e propria seconda pelle ma che, di certo non per suo volere, dovrà svestire. Virtualmente lo ha già fatto, in questi giorni tra conferme e nuovi arrivi la compagine sansalvese ha ufficialmente acceso il motore in vista della stagione 2020/2021 e tra i nomi ufficializzati non compare quello del jolly difensivo di Mafalda ma ormai sansalvese d’adozione.

Per fotografare al meglio la situazione abbiamo chiesto direttamente al diretto interessato che, logicamente (sarebbe stato sorprendente il contrario) ha manifestato tutta la sua delusione per il mancato rinnovo con il San Salvo del quale, nelle ultime due stagioni in Promozione è anche stato capitano. Una storia lunghissima, da agosto non vedremo più lottare per i colori biancazzurri ma, a sentire le sue parole, la sua storia con il San Salvo avrà, nel futuro, almeno un altro capitolo.

Daniele Izzi, tra tante conferme e nuovi arrivi non circola il tuo nome, con il San Salvo possiamo parlare di storia finita? “Al momento credo sia finita qui visto che non sono stato contattato da nessuno per conto del San Salvo. Non lo vedo come un addio ma un arrivederci”.

Dopo 12 lunghissimi anni di militanza ti saresti aspettato un trattamento diverso? “Sarei falso se dicessi il contrario. Dodici anni per uno come me che ne ha trentuno non sono pochi, tante stagioni tra gioie e dolori, Coppa Italia vinta, imprese sfiorate e qualche delusione. Mi sono divertito tanto in questo ambiente e non ricevere neanche una telefonata, da dirigenti vecchi e nuovi, mi ha deluso”.

Fosse stato per te avresti chiuso la carriera con questa maglia? “Nel calcio è sempre difficile fare previsioni, in questa piazza mi sono sempre trovato bene e da parte mia non c’era motivo di cambiare aria, per questa maglia avrei continuato a dare ancora tutto me stesso. Sono stato uno di quelli che nei momenti difficili non ha mai mollato e ha sempre spinto il treno guardando al domani sempre con positività”.

Tra confermati e nuovi giocatori lascia tanti amici ancor prima che giocatori, hai un messaggio per loro? “Tanti ottimi acquisti, il San Salvo ha riabbracciato alcuni miei grandi amici. A loro e i compagni che erano con me anche la scorsa stagione mando un abbraccio e un sincero in bocca al lupo augurandogli di essere protagonisti di un grandissimo campionato”.

Lontano dal San Salvo, sai già con quale maglia ti vedremo quando il calcio giocato tornerà protagonista? “Lascio il “Davide Bucci” che in questi anni è diventata la mia seconda casa e intanto penso al mio futuro in campo. Continuo ad allenarmi per farmi trovare, per fortuna le chiamate non mancano, al momento non ho ancora deciso. Mi prendo ancora qualche giorno per valutare, poi farò la mia scelta”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it