Connect with us

Sport

Histonium Fighting Championship: lo spettacolo delle arti marziali al PalaBcc

Published

on

Ieri sera a Vasto tra Muay Thai, MMA e K1 un evento organizzato dalla Sparta Group Academy. Presenti Sakara, Siciliani e Maddaloni. Titolo italiano andato a Fabio Puce

Giuseppe La Verghetta con suo figlio Antonio

Cinque ore spettacolari. Colpi proibiti non sono mancati ma in questo caso fa parte del gioco, quello che ieri sera al PalaBcc di Vasto ha appassionato gli oltre settecento presenti sugli spalti. Una prima volta sul nostro territorio con l’Histonium Fighting Championship evento organizzato dai sansalvesi della Sparta Group Academy di Giuseppe La Verghetta insieme al suo nutrito gruppo di collaboratori e il prezioso appoggio della Fight1.

Un evento in grande stile, sul parquet del palazzetto vastese montate per l’occasione un ring e la classica gabbia per l’MMA una delle arti marziali protagoniste della serata. Oltre agli spettatori sugli spalti l’organizzazione ha riservato una cinquantina di posti ad ospiti speciali offrendo loro una cena mentre si godevano i tanti incontri della serata. Tra i presenti il Sindaco Francesco Menna affiancato dall’Assessore allo Sport e al Turismo Carlo Della Penna. Aperta con le sfide amatoriali, il primo incrocio nella gabbia, poi ci si è spostati sul ring dove sono stati molti i fighter della Sparta Group Academy a mettersi in gioco, tra di loro anche un match in rosa che ha visto presentarsi sul ring la vastese Federica Liberatore e tra i baby fighter incitatissimo Antonio La Verghetta figlio di Giuseppe.

Dopo le sfide ‘amatoriali’ i piatti forti della serata, quelli attesi da tutti, gli incontri tra i ‘pro’ dove in serie Loris Argentieri ha avuto la meglio su Luca Branciaroli seguito dai successi di Mattia Buccella e Mattia Solarino rispettivamente su Alfredo Denis e Matteo Calzetta. A metà serata c’è stato anche il momento riservato alle interviste alle tre guest star, figure che per le altri marziali in giro per il mondo non hanno bisogno di presentazioni. Alessio Sakara, fighter di fama mondiale di MMA  e negli ultimi anni diventato famoso anche grazie ad alcune partecipazioni in programmi televisivi, la vera star della serata, molti dei presenti hanno strappato un selfie con lui molto disponibile con tutti. Un’altra leggenda vivente, questa volta del Muay Thai italiano è Fabio Siciliani ed infine Gianni Maddaloni uno che a Vasto, grazie alla fraterna amicizia con il judoka Aniello Vastola, si ferma spesso e volentieri. Quella dell’allenatore campano è una figura famosa ovunque, il suo lavoro in un terra difficile ha dato spunto per la realizzazione di libri, film e serie tv.

Angelo Marchesani MMA

Salutati i super ospiti della serata è arrivato il momento clou, sul ring si sono incrociati Fabio Puce e Alex Ajouatsa per il titolo Italiano Muay Thai 3×5. Dopo l’ingresso da star la battaglia è entrata nel vivo, senza esclusioni di colpi, cinque lunghi round da tre minuti, il salentino ha sempre comandato sul rivale camerunense e alla fine la cintura di campione l’ha portata a casa con pieno merito. Sabato sfortunatissimo per Marco Catalano, si era preparato da mesi per la sfida del K1 contro Riccardo Maso ma il fighter della Sparta Group non ha potuto combattere perché fermato da un problema fisico. Nonostante l’ora tarda gli ultimi tre incontri si sono svolti nella gabbia, nell’MMA sfida tra Italia e Serbia con uno dei padroni di casa Angelo Marchesani (allenatore in precedenti incontri della serata) della Sparta Group ha aggredito e dominato il serbo Radovan Nedovic trionfando tra il tripudio di amici e colleghi che lo hanno sostenuto durante tutto il match. Nel penultimo match il moldavo Iuri Lapicus ha avuto la meglio su Vojislav Janicuevic mentre particolarmente acceso è stato l’incrocio tra Davide Di Deo e Driss Beariba terminato con la vittoria del primo. Coppe e medaglie per tutti alla fine di ogni match, una lunghissima e affascinante serata con le luci del PalaBcc spente a notte inoltrata (ben oltre le 2). Mesi e mesi di preparazione e duro lavoro per rendere perfetta la prima edizione, possono essere soddisfatti Giuseppe La Verghetta e la sua Sparta Group per aver messo in piedi un Histonium Fighting Championship da applausi e senza sbavature. Evento nuovo per il nostro territorio ma visto il risultato la speranza è che d’ora in avanti possa diventare un appuntamento fisso.

 

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”108″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”600″ gallery_height=”400″ cycle_effect=”cover” cycle_interval=”10″ show_thumbnail_link=”1″ thumbnail_link_text=”[Mostra miniature]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

 

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it