Connect with us

Calcio

Il Lanciano a gonfie vele. Primato in solitaria, Miccichè superstar

Published

on

Ottavo turno di Eccellenza molto positivo per i frentani. Forti non subisce gol da oltre 300 minuti, Miccichè, già in doppia cifra, è da favola

Il Lanciano, a valanga, consolida il primato del torneo passando dalla modalità “primo posto condiviso” a “primo posto solitario” con un secco 7-0 ai danni del Paterno.

Nelle ultime due sfide il club rossonero è andato in gol 12 volte.

Il risultato finale contro il Paterno va letto in un’ottica di più ampio respiro: segnano, ancora una volta, tutti e tre i reparti di gioco.

Ma non solo: è la seconda volta consecutiva in casa che il Lanciano sblocca la contesa con il pacchetto arretrato, Stefano Miccichè va in doppia cifra in fatto di realizzazioni dopo appena sette presenze con la casacca rossonera e ancora una volta non si limita a segnare un solo gol nell’arco dei 90 minuti, Matteo Forti non subisce reti da quasi trecento minuti, negli ultimi 180 minuti i frentani hanno segnato, di media, un gol ogni 7 minuti e mezzo.

Ancora: i numeri dicono che i frentani hanno il miglior attacco dell’Eccellenza abruzzese e nel fronte offensivo scrive, per la prima volta in rossonero, il suo nome anche Denis Di Rocco.

Insomma, domenica super positiva per Giuseppe Di Pasquale, mister a cui va ascritto il merito di una rivitalizzazione del Lanciano nell’ultimo mese e mezzo, che deve rinunciare a Shipple e Quintiliani.

C’è Sardella al posto dell’esterno romano, a metà campo Verna con Sassarini e Petrone.

Il Paterno regge discretamente bene per un quarto d’ora, il primo, dal fischio d’inizio di Luca Di Monteodorisio della sezione di Vasto, poi si arrende ai colpi di un Lanciano deciso e spietato.

Apre le danze Gianluca De Santis con una conclusione sporcata da fuori area (14′ pt).

Il bis è di Miccichè (27′ pt), mentre il tris è di Daniele Gragnoli (34′ pt).

Nella ripresa Miccichè fa il poker, cinquina di Verna, sei a zero di Polisena, mentre il settimo sigillo è di Denis Di Rocco.

Domenica il Lanciano andrà a Cupello, con Quintiliani che tornerà a disposizione.

Alessio Giancristofaro

Foto Uranio Ucci