Connect with us

Calcio

Pescara, brutto risveglio

Published

on

Un autogol di Nzita, quando mancavano pochi minuti alla conclusione della partita, decide in negativo la sfida di Cesena per il Pescara.

Un altro brutto risveglio per il Delfino, squadra in difficoltà, ambiente in fibrillazione per i risultati che non arrivano e situazione generale decisamente complicata. La classifica parla chiaro: biancazzurri quarti, ma con una distanza siderale dal vertice (11 punti dalla capolista Reggiana e adesso 8 proprio dal Cesena con il Modena terzo avanti 7 lunghezze).

Mister Gaetano Auteri, dopo la prova in terra romagnola, ha provato a concedere attenuanti ai suoi: “La gara è stata decisa da un episodio, abbiamo dimostrato di non essere inferiori ai nostri avversari, ma dobbiamo crescere. Peccato aver preso gol a causa di un episodio sfortunato, peraltro in un momento in cui stavamo controllando bene la partita. Abbiamo perso contro le prime tre della classifica, Reggiana, Modena e con il Cesena. Evidentemente la mia squadra ha qualche difetto e deve migliorare”.

Si apre così l’ennesima settimana difficile in casa Pescara, che culminerà con il derby di sabato pomeriggio (ore 17,30) allo Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia contro il Teramo già affrontato in Coppa Italia (vittoriosi i biancorossi) e rinfrancato dal successo ottenuto tra le mura amiche contro la Fermana. Dire che bisognerà invertire la rotta, per Memushaj e compagni, è fin troppo scontato.

Foto dalla pagina Facebook Cesena Fc

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook