Connect with us

Sport e Ambiente

Da 0 a 3000: il racconto della seconda giornata da Atessa a Fara San Martino

Published

on

Nel secondo giorno aumenta il numero di partecipanti anche se è rimasta una sola donna. Domani è previsto l’arrivo in cima per concludere al meglio una sana e formativa esperienza

Un ultima giornata di fatica per completare 100 km duri. Quella di ieri è stata un’altra giornata faticosa per il gruppo formatosi venerdì da Vasto per prendere parte alla ‘Da 0 a 3000’ la ‘camminata’, organizzata dal Cai (Club Alpino Italiano) che dalle spiagge vastesi in tre giorni ha come obiettivo quello di arrivare sulle punte del monte Amaro.

Dopo il riposo della prima notte la comitiva è ripartita da Atessa con due elementi in più, dopo la rinuncia di due donne (tra loro è rimasta solo la vastese Marianna Di Filippo) c’è stato l’ingresso di quattro uomini portando di fatto a 14 il numero di partecipanti. La pioggia battente di venerdì sera ha dato una piccolo aiuto al gruppo con l’abbassamento delle temperature, dopo un’abbondante colazione intorno alle 8.30 hanno salutato Atessa per iniziare un percorso più corto rispetto al primo ma più altalenante fino ad arrivare a Roccascalegna dove sono stati accolti dal vicesindaco Antonio Di Tullio. Dopo la sosta il cammino è ripreso passando per la valle del Rio Secco fino a raggiungere Gessopalena con la visita storico culturale tra i borghi antichi bombardati dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Recuperate le energie con il pranzo alle 13.30 è ripresa la marcia toccando la valle dell’Aventino costeggiando il Lago Sant’Angelo di Casoli e passando per Civitella Messer Raimondo arrivando a Fara San Martino, al termine della seconda giornata, alle 17:15.

La fatica accumulata si fa sentire sempre di più ma questa mattina è già partita la terza e ultima giornata, quella che completerà il percorso, si inizierà a salire parecchio con l’ultimo obiettivo prefisso, raggiungere i 3000 metri del monte Amaro, un ultimo sforzo di un’esperienza che i partecipanti non dimenticheranno.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”92″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”600″ gallery_height=”400″ cycle_effect=”cover” cycle_interval=”10″ show_thumbnail_link=”1″ thumbnail_link_text=”[Mostra miniature]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it