Connect with us

Sport e Ambiente

Da Punta Penna al monte Amaro: domani mattina partirà da Vasto il cammino da 0 a 3000

Published

on

L’idea del Cai di Vasto partendo dalla riva del mare fino ad arrivare sulle vette delle montagne abruzzesi per riscoprire le radici più profonde

Nessuna gara, nessun cronometro ma una lunga e sicuramente faticosa camminata per provare ad andare alla ricerca delle nostre più profondi radici. Anche nel 2018 il Cai (Club Alpino Italiano) di Vasto ha organizzato la camminata di 100 km partendo dalla spiaggia vastese di Punta Penna fino ad arrivare a toccare le vette del monte Amaro. Da 0 a 3000 km, dal mare alla montagna, una lunga camminata che partirà domani mattina e si concluderà domenica attraversando vecchi tratturi, centri abitati e sentieri per arrivare in alto.

Dopo le esperienze felici delle passate edizione il Cai vastese (con la collaborazione delle sezioni di Atessa, Fara San Martino, Ortona, con il patrocinio dei comuni di Vasto, Pollutri, Scerni, Atessa, Roccascalegna e la Riserva di Punta Aderci) ha deciso di rimettersi in moto anche quest’anno dandosi appuntamento a domani mattina, venerdì 22 giugno dalla spiaggia di Punta Penna per concludere la prima giornata ad Atessa percorrendo tutta la riserva di Punta Aderci, il Bosco di Don Venanzio entrando poi a Pollutri e Scerni. Il secondo giorno risalendo le colline ai piedi della Majella il gruppo raggiungerà il comune di Roccascalegna e poi Fara San Martino. Domenica, terzo e ultimo giorno di ‘camminata’ si percorrerà un lungo sentiero che porta fin su al monte Amaro in una valle incantevole dove spiritualità e cultura agro-pastorale si incontreranno per sancire quel connubio che è alla base che ha ispirato la nascita della ‘camminata da 0 a 3000’.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it