Connect with us

Pallanuoto

Il Pescara Pallanuoto vuole un 2020 da lode

Published

on

Biancazzurri al secondo posto, si torna in vasca in data 11

Un buonissimo 2019 va in archivio e il Pescara Pallanuoto spera di vivere un 2020 di grandissimi successi ed immense soddisfazioni. La società del presidente Cristiana Marinelli ha chiuso la scorsa annata agonistica con l’eliminazione in semifinale playoff solo a gara 3, contro il blasonato Camogli e con un solo gol di scarto, ed ha approcciato benissimo la nuova annata agonistica, che ha segnato il ritorno alle Naiadi dopo l’esilio forzato che ha costretto la truppa ad allenarsi e a giocare le gare ufficiali lontano da Pescara.

E adesso? Il Pescara Pallanuoto si gode le festività natalizie e la sosta del campionato dall’alto della seconda piazza in classifica nel girone sud di A2 dopo le prime quattro giornate di campionato. A quota 9 punti a braccetto con il Cus Messina, il Settebello biancazzurro insegue la capolista Anzio a una sola lunghezza di distanza e spera nel sorpasso già al rientro in vasca in data 11, quando alle Naiadi sarà di scena la solida Muri Antichi per il match di cartello della quinta giornata. Non sarà facile, perchè la squadra ospite arriverà da Catania fortemente intenzionata a vendere cara la pelle e a dare uno scossone ad una classifica che non rispecchia le potenzialità di un gruppo giovane ma di talento. Il Pescara, però, vuole dare un segnale forte a tutte le squadre di testa e non teme il collettivo siciliano, che ha in Zovko, Basile e Rojas Borges le sue punte di diamante: continuare a sognare senza montarsi la testa è l’imperativo in casa Delfino e il mantra di staff tecnico e società è ben chiaro alla squadra.

«A gennaio dobbiamo continuare sulla strada intrapresa in queste prime giornate», ha sentenziato Marco Laurenzi, che a Civitavecchia prima della pausa del torneo si è tolto la soddisfazione di siglare la prima marcatura personale in A2 nella splendida vittoria degli uomini di Malara per 16-6. «In questo avvio di stagione abbiamo commesso solo un passo falso», fa eco alle parole del compagno il coriaceo Fabio Di Fonzo, «dobbiamo continuare a pensare partita dopo partita, lavorando sempre duramente. Come dice il coach, dobbiamo dare il 100% in ogni circostanza e poi solo a fine anno agonistico guarderemo la classifica». Dal 3 gennaio si iniziareà a lavorare ancor più sodo per cercare di trasformare i sogni in realtà e rendere orgoglioso anche Manuel Estiarte, il più forte giocatore di tutti i tempi che è rimasto vicinissimo al sodalizio adriatico (e alla città di Pescara).

Intanto dal 2 al 6 gennaio Pescara ospiterà un collegiale della Nazionale Under 16 maschile che annovera anche due tesserati della Pescara Pallanuoto: l’allenatore Arnaldo Castelli, vice del c.t. Massimo Tafuro, e Cesare Mancini, talento del 2004 ormai da tempo nel giro della prima squadra e astro nascente della pallanuoto tricolore. Sono ventotto i giocatori selezionati dallo staff tecnico che punta in primis sul gruppo che ha vinto il bronzo agli Europei nella scorsa estate in Bulgaria». Nei giorni di allenamento a Pescara sarà coinvolta anche la prima squadra biancazzurra, che svolgerà almeno un test insieme agli Azzurrini.

Francisco Molina Rios, uno dei trascinatori della truppa di Malara