Connect with us

Calcio

Non è stata una stagione per giovani

Published

on

17/05/2017 – Qualche sorriso come Nicola Napolitano ma dalla Vastese fino alla Promozione è stata una stagione magra

Quei giovani di belle speranze incappati in una stagione anonima. Per molti ma non per tutti, il rettangolo è come sempre il vero e unico giudice ma guardando al passato da li erano sbocciati prospetti interessanti per quel futuro diventato oggi di stretta attualità dove le prestazioni in campo hanno dato conferma alle ipotesi di qualche anno fa. Magari quindi tra qualche stagione staremo qui ad esaltare under rimasti in ombra nell’annata appena conclusasi anche se dalla Serie D alla Promozione alcuni sprazzi di luce non sono mancati.

Quelli arrivati al tramonto di una stagione in chiaroscuro per la Vastese Calcio Juniores dal doppio volto, quella pre e post smembramento della rosa affidata a mister Roberto Cesario. Con il gruppo dei 1999 al completo i biancorossi nel torneo nazionale avrebbero potuto restare fino al termine della stagione nei piani alti ma dopo aver spedito altrove(tra Eccellenza e Promozione) molti dei pezzi pregiati si è avuto un calo vorticoso fino al terzultimo posto finale nel girone L a ben sedici punti dalla griglia playoff affrontando gli ultimi mesi in totale emergenza con una rosa scheletrica costringendo il tecnico vastese ai salti mortali per onorare la stagione fino all’ultima giornata. Non si avrà mai una controprova ma se il gruppo costruito in estate fosse rimasto compatto anche nel girone di ritorno la Vastese avrebbe avuto un epilogo sicuramente diverso. Per alcuni giovani biancorossi però nella seconda parte di stagione c’è stata la possibilità di allenarsi con la prima squadra agli ordini di mister Massimiliano Favo, su tutti Nicola Napolitano capace di trovare il gol nella domenica d’esordio con la conseguente maglia da titolare nel match successivo dove c’è stata anche la prima presenza in prima squadra per un altro ’99 come Alessio Alberico. Nella coda della stagione un altro sorriso è arrivato per Napolitano e un altro suo compagno come Vincenzo Irace, entrambi presenti nel torneo Juniores di Serie D svoltosi la scorsa settimana in Toscana.

Scendendo tra Eccellenza e Promozione la desolazione è totale o quasi, anni fa il Vasto Marina nel massimo campionato regionale metteva in mostra elementi come Cristian Stivaletta e Damiano Menna oggi fuoriusciti dal mondo ovattato degli under mandati in campo per obblighi regolamentari riuscendo a imporsi nonostante la giovane età(parliamo di due classe ’95) nelle rispettive squadre tra San Nicolò e Avezzano. Negli anni scorsi partecipavano al Torneo delle Regioni con la juniores abruzzese e nel 2014 conquistavano i primi due posti del Trofeo ‘Giovane Promessa’ d’Eccellenza ma tre anni dopo il nostro territorio nell’ultima stagione non ha avuto rappresentati(categoria juniores) né al torneo e neanche nella top ten della classifica riservata ai giovani del massimo campionato regionale dove per trovare un ‘nostrano’ bisogna scendere fino alla diciassettesima posizione occupata dal play Oreste Di Fortunato dell’Us San Salvo mentre il primo rappresentante cupellese è l’attaccante Fabrizio Selvallegra in ventisettesima posizione. Eppure tra San Salvo, Cupello, Casalbordino e Vasto Marina(nel girone di ritorno ha giocato solo con ’97, ’98 e ’99) alcuni elementi avrebbero fatto sicuramente comodo alla rappresentativa juniores abruzzese.

Archiviata la stagione si guarda già alla prossima, dalla Vastese fino alla Promozione si dovrà puntare sui giovani a km 0, il nostro territorio è florido, a patto che i giovani sputino sangue e fatica per arrivare in alto e non commettere l’errore di sentirsi già arrivati. Sarebbe un errore imperdonabile.