Connect with us

Calcio

Recuperi felici: Pendenza e Bruno esaltano il Cupello e rimandano la festa del Real Giulianova

Published

on

Il bomber rossoblù va in gol allo scadere della prima frazione, poi la capolista trova il pari su rigore ma l’under campano al secondo minuto di recupero della ripresa mette la firma su un successo pesantissimo. Tanti giuliesi a Cupello ma i festeggiamenti per la promozione in D sono stati rinviati

Pendenza

Emanuele Bruno fa volare il Cupello mettendo il marchio sull’impresa dei rossoblù contro la capolista Real Giulianova. Arrivata a Cupello con la voglia di festeggiare la promozione in Serie D con quattro giornate d’anticipo ma tornato a casa con zero punti nonostante il rigore di bomber Di Paolo. Quello che nella trentunesima giornata di Eccellenza, aveva consentito ai giallorossi di pareggiare il gol dell’altro bomber, Pendenza(salito a quota 18) ma a tre minuti dal novantesimo è arrivato il gol vittoria, il 2 a 1 vale mezza salvezza del Cupello.

La partita – Novità in casa cupellese, l’allenatore Panfilo Carlucci si posiziona a specchio scegliendo in difesa, davanti al portiere Marconato, un terzetto centrale guidato da capitan Giuliano insieme a Benedetti e Progna. Sulle corsie laterali ci sono De Cinque e Berardi, nei tre di centrocampo ci sono Quaranta con i due ’99 Napolitano e Capitoli mentre in avanti il tandem offensivo è composto da Pendenza e Ninte. 352 anche per la capolista Real Giulianova, tra i pali spazio al ’99 Orsini, i tre di difesa sono Fuschi, Borghetti e Lanza, sulla destra c’è il capitano Del Grosso, dall’altra parte Pagliuca, nel cuore del gioco l’ex Vastese Girolamo D’Alessandro(a un passo dalla terza promozione consecutiva) è con Balducci e Francia, in tacco ci sono Tozzi Borsoi e Vitelli. L’inizio è di chiara marca cupellese, Napolitano sembra in palla, penetra in area, scodella una palla a centro area, batti e ribatti, sfera di nuovo tra i suoi piedi, ci prova di prima intenzione ma è fermato dal palo. Sulle corsie laterali il Cupello può fare male, De Cinque è un treno, i compagni lo cercano spesso ma a centro area manca sempre la zampata vincente. Dopo l’inizio in sordina il Giulianova accenna una reazione, qualche palla inattiva e una girata da fuori area di Tozzi Borsoi lontana dalla porta. Il match sembra indirizzato con le due squadre pronte a rientrare negli spogliatoi sul pareggio ma nel primo minuto di recupero arriva il meritato vantaggio cupellese: De Cinque scappa sulla destra per l’ennesima volta, cross perfetto, Pendenza è il solito cobra a centro area, anticipa tutti e di prima intenzione supera l’incolpevole Orsini.

Emanuele Bruno

I giuliesi visto l’elevato vantaggio sull’inseguitrice Chieti non hanno l’assillo della vittoria, potrebbero fare festa già oggi, per questo provano subito a raddrizzare il match ma sulla girata Pagliuca c’è il miracolo di Marconato che a mano aperta mantiene la sua porta immacolata. A dieci minuti dal novantesimo l’episodio che fa imbufalire i cupellesi, su una conclusione innocua di Vitelli il fischietto calabrese ravvisa un tocco di mano(Quaranta?), le proteste non fanno cambiare idea a Fiore, dagli undici metri va il capocannoniere Di Paolo da poco entrato, botta centrale ma vincente che vale il pari. Ferito nell’orgoglio il Cupello non si accontenta del punto, prova gli ultimi assalti e ancora una volta nel recupero trova un nuovo vantaggio, la conclusione dal limite di Emanuele Bruno è debole ma preciso e vincente, il Giulianova non ha più il tempo per riprenderla e i tre punti restano a Cupello. Il Giulianova non si dispera, domenica prossima proverà a festeggiare la D al “Fadini”.

Chieti, Giulianova e Giulianova, era il trittico che faceva tremare in molti nell’ambiente cupellese ma la realtà ha parlato di 8 punti in 3 partite, bottino pesantissimo, nessuna sconfitta contro le prime tre della classe e salvezza diretta sempre più vicina visti i 4 punti di vantaggio sulla quintultima e i 14 dal pennultimo posto. Tra sette giorni altro passaggio fondamentale per la salvezza, a Montesilvano contro una diretta concorrente qual è l’Acqua&Sapone bisognerà evitare il sorpasso e continuare a muovere la classifica.

CUPELLO – REAL GIULIANOVA: 2 – 1

Reti: 46’pt Pendenza(C), 35’st Di Paolo rig.(G), 47’st Bruno(C)

CUPELLO: Marconato, De Cinque, Berardi, Progna, Giuliano, Benedetti, Napolitano(22’pt Bruno), Quaranta, Pendenza(36’st D’Antonio), Capitoli, Ninte(48’st Tucci A.). A disposizione: Bellano, Troiano, Menna, Nuozzi. All.: Carlucci

R.GIULIANOVA: Orsini, Del Grosso(28’st Barlafante), Lanza, Fuschi(18’st Di Lallo), Borghetti, Balducci, Pagliuca, Francia, Tozzi Borsoi(21’st Di Paolo), D’Alessandro, Vitelli. A disposizione: Abate, Antonelli, Lenart, Moriero. All.: Piccioni

Arbitro: Tonino Fiore di Paola (Bruni e Caporali di Pescara)

Ammoniti: D’Alessandro, Vitelli(G) ; Recupero: 2’ e 6’

 

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”11″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_imagebrowser” ajax_pagination=”0″ template=”default” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it