Connect with us

Calcio

Lanciano, enigma sul futuro

Published

on

La conferenza del patron dimissionario Fabio De Vincentiis non scioglie i dubbi sul futuro rossonero

Lanciano: enigma sul futuro.

Fabio De Vincentiis ha tenuto una conferenza allo stadio “Guido Biondi” “militarizzato” per ogni evenienza. Filerà tutto liscio come l’olio.

Cosa è emerso? Pochino in realtà. In buona sostanza, il futuro rossonero è ancora avvolto nel mistero, per nulla nitido. Con un altro capitolo senza lieto fine in arrivo nella storia centenaria del Lanciano e del quale tutti i tifosi frentani avrebbero fatto volentieri a meno.

Al momento non c’è nulla di certo per l’avvenire frentano, né sono state indicate le linee programmatiche per la stagione 20/21 in Eccellenza dei frentani (sarà realmente Eccellenza?).

Tra passato recente (vincente) e futuro prossimo (incerto), le parole di De Vincentiis hanno toccato vari aspetti: un
passaggio sui papabili acquirenti (nessuno ritenuto concretamente valido, quindi nemmeno il managar dello spettacolo Settimio Colangelo), ma anche le scuse per le parole di Di Gennaro pronunciate in conferenza stampa lo scorso 7 luglio. C’è anche altro, con il presidente rossonero che ha risposto alle richieste dei diversi tifosi.

C’è però anche e soprattutto la presa di posizione della curva sud che si è presentata durante la conferenza e ha ricordato a De Vincentiis che deve rispettare alla lettera quanto lo stesso presidente ha affermato nel comunicato stampa del 9 luglio: la volontà di andarsene da Lanciano. E farlo subito.

Il tutto, comuque, in una interlocuzione ruvida e diretta ma civile e ampiamente all’interno dei binari della corretta dialettica.

Insomma, chi si aspettava all’imbrunire di un caldo mercoledì di luglio un epilogo sul capitolo Lanciano, rimarrà ancora più disorientato.

Alessio Giancristofaro