Connect with us

Basket

Antonello Ricci: “In Veneto andava tutto alla grande, poi è arrivato il Coronavirus…”

Published

on

La guardia vastese tra i protagonisti con la maglia della Rucker Sanve. Ricorda il suo passato tra Vasto Basket e Tercas Teramo. A malincuore ha annunciato che in estate non ci sarà la 4° edizione della ‘Roseto Cup’

Ricci con la Rucker Sanve

Lontano dalla sua Vasto ormai da tanti anni. Anno più, anno meno dovrebbero essere una quindicina, da quando si legò alle giovanili della Scavolini Pesaro con la palla a spicchi tra le mani di tappe in giro per lo Stivale ne he toccate parecchie.

Da un mesetto o quasi, il classe 1992 Antonello Ricci, è tornato a casa causa emergenza Coronavirus, in attesa di capire quando si potrà ripartire abbiamo scambiato quattro chiacchiere parlando del presente, dei ricordi del passato provando a dare uno sguardo ai prossimi mesi.

L’estate scorsa, dopo le tre stagioni consecutive in B con Giulianova, aveva deciso di accettare la chiamata dell’ambiziosa Rucker Sanve, altra compagine di B ma pronta a giocarsi un ruolo da protagonista almeno nelle prime quattro in classifica. Da Vasto a San Vendemiano, quasi 630 km per affrontare una nuova sfida in terra veneta. Dove a febbraio sono arrivate le prime paure a causa del virus, una delle regioni, insieme alla Lombardia, colpite prima di tutte le altre. Stop alle attività sportive, con la salute non si scherza, giusto fermarsi anche se la Rucker ha chiuso i battenti nel miglior momento di forma. Veniva da cinque vittorie consecutive, era a meno due dalla prima della classe Bernareggio che avrebbe sfidato nel mese di marzo con l’obiettivo di agganciarla al primo posto.

Ricci e i suoi tre compagni nel 2005 a Treviso

Non solo, la Rucker aveva anche staccato il pass per le final eight di Coppa di Serie B al momento rinviate a settembre a differenza del campionato che non riprenderà più. La quasi ventottenne guardia vastese ha sempre anteposto il gruppo a tutto ma dando uno sguardo alle statistiche personali i numeri parlano nettamente a suo favore. In questa stagione non si ripartirà, la speranza è di ritrovarsi sul parquet ad agosto.

Con il Veneto Antonello Ricci ha un feeling felice e particolare, al “PalaVerde” di Treviso esordì nel 2010 in A1 quando indossava la canotta della Tercas Teramo e, nel corso della chiacchierata ha riportato a galla un altro piacevole ricordo. Cresciuto con la Vasto Basket, insieme ad altri tre compagni (Silvio Laccetti, Emiliano Giattini e Giorgio Lemme) nel 2005 conquistarono, con l’under 14, a La Ghirada di Treviso il primo posto nel torneo nazionale “Join The Game 3×3”. Vittoria che gli consentì, a tutti e quattro, di godersi una settimana di vacanza a New York. Da vastese, come già detto più volte negli anni scorsi, gli piacerebbe un giorno tornare ad indossare la maglia della sua città ma di questo se ne parlerà quando sarà il momento.

Con infinito rammarico Ricci ha annunciato che in estate, a causa del Coronavirus, non si svolgerà la 4° edizione della “Roseto Cup”, un torneo estivo organizzato da lui insieme a un altro compagno ma che in pochi anni è diventato un appuntamento fisso dello sport abruzzese. Evento che unisce basket e tanto divertimento, parola di Antonello Ricci, uno che non vede l’ora di tornare sul parquet per continuare a migliorarsi e togliersi ancora tante soddisfazioni.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it